in ,

Crisi medio oriente, Gaza: almeno 135 morti solo ieri, gaffe di Kerry contro Israele

La crisi in medio oriente nella striscia di Gaza ha visto un’altra domenica di sangue. Solo ieri almeno 135 morti che portano a 500 le vittime dall’inizio dell’offensiva. E la nuova settimana è iniziata con lo sterminio di una famiglia e l’uccisione di 7 bambini.

crisi medio oriente striscia di gaza

Il ministro della difesa israeliano ha parlato ieri, dicendo che si andrà avanti con la missione, nonostante il dolore per le vittime. Il timore da combattere con le armi è quello di un’infiltrazione di Hamas nei kibbutz, i ritrovi israeliani, oltre che e per i tunnel dell’orrore, dove i ribelli nascondono armi. Non solo. Israele denuncia i palestinesi per uso dei civili come scudi umani e del rapimento di donne e uomini innocenti come rappresaglia.

Nel frattempo, negli Stati Uniti, nel corso di un’intervista televisiva il segretario di stato americano John Kerry è stato protagonista di una gaffe contro l’alleato Israele. Credendo che il suo microfono non fosse acceso, Kerry ha descritto in tono sarcastico la missione dell’esercito regolare: “una maledetta operazione chirurgica”. Poi si è corretto in diretta, dicendo che è impossibile rimanere indifferenti davanti alle vittime, in particolare donne e bambini.

Anticipazioni Il segreto lunedì 21 luglio: Alfonso tradisce Emilia

Obama contro Putin

Aereo abbattuto in Ucraina, Vladimir Putin: “Tragedia causata da ostilità nell’est”