in ,

Cristel Checca, Zio Gianni 2: intervista esclusiva

Su Rai 2, in Zio Gianni 2, è Chiaretta, la studentessa di biologia, vegana e fricchettona che divide la casa con Gianni (Paolo Calabresi), Fulvio e Rodolfo, nella vita è Cristel Checca è una giovane attrice eclettica ed estrosa che si divide con successo tra televisione cinema e teatro, da “I mostri Oggi” di Enrico Oldoini alla fondazione di una compagnia teatrale Cerbero teatro, insieme al drammaturgo e regista Gianni Spezzano con la quale quest’anno è arrivata in finale al premio Scenario per la sua prima regia: “2001 Odissea sulla terra“.  Ecco cosa ha raccontato a UrbanPost.

Cosa ci puoi raccontare in merito al tuo personaggio nella serie Zio Gianni?

Il mio personaggio nella serie Zio Gianni è quello di Chiaretta. Lei è una studentessa di biologia vegana, vive con altri due studenti e  tutti insieme decidono di affittare una sorta di stanza della caldaia, per arrotondare i soldi dell’affitto, a un quarto coinquilino. Alla fine prendono questo cinquantenne che si è appena lasciato con la moglie e non ha lavoro e da lì inizia il tutto.

Cosa hai in comune con il tuo personaggio e in costa Chiaretta è diversa da Cristel?

Sicuramente le parti naif di Chiaretta sono quelle che mi rispecchiano di più come persona. La differenza è che Chiaretta è super lunatica, cambia modo di comportarsi in continuazione, è abbastanza focalizzata su sé stessa e parecchio incoerente. Io cerco, invece, di mantenere un po’ più di coerenza nella mia vita e di essere anche molto meno lunatica anche se a volte verrebbe … (ride).

Come è stato lavorare con Paolo Calabrese e quali aneddoti puoi raccontarci?

Lavorare con Paolo è stato bellissimo. Io lo conoscevo per Boris, ero una super fan di Biascica, (ride). Ci sono stati parecchi compleanni di amici durante le riprese e io chiedevo a Paolo di farmi Biascica che diceva loro tanti auguri, registravo, e poi lo mandavo ai miei amici. (ride) Lui è carinissimo. Ci ha lasciato il suo camerino durante la prima stagione perché noi non avevamo l’aria condizionata e lui sì. Eravamo una grande famiglia. Ci ha sostenuto e supportato durante tutto il percorso.

Ho letto su Facebook, ma spero non sia vero, che avete dovuto rigirare la seconda serie di Zio Gianni al volo, è vero?

No, che cos’è questa cosa?! Certo che no. Abbiamo girato molto velocemente, in otto settimane, però come la prima stagione. No, no. Che cos’è questa storia? A meno che non mi abbiano sostituita e io non sappia nulla…. (ride)

Oltre a Zio Gianni 2 che ti porterà in queste sere a essere su Rai 2 alle 21:00, altri progetti?

Per quanto riguarda il teatro ho una compagnia teatrale, Cerbero teatro, e abbiamo in programma di portare in giro per l’Italia lo spettacolo Bambolina che ha vinto un premio importante a Napoli lo scorso giugno. C’è anche in cantiere un nuovo progetto e dobbiamo iniziare a preparare un nuovo spettacolo. Per quanto riguarda Cinema e Tv dobbiamo vedere cosa succederà. È tutto in divenire.

Nella tua scheda c’è scritto che sei una bravissima ballerina, non c’è nulla che nei progetti futuri potrà coinvolgere questa tua abilità?

Bravissima ballerina non so, lascio dirlo agli altri. Ho fatto danza perché mia zia aveva una scuola di danza e io sono cresciuta lì e quindi ho sempre ballato però non ho le doti di una ballerina classica, diciamo che mi so muovere e che mi diverto anche a farlo. Avendo studiato, poi, in una scuola di musical è una cosa che ho portato avanti. Ho fatto dei musical in cui ballavo, però ballare in qualche modo mi vedranno sicuramente tutti, perché in Zio Gianni è una puntata in cui ballerò, una puntata Bollywood in cui sicuramente se ne vedranno delle belle.

C’è qualcosa che per ora nessuno ti ha chiesto e che senti la necessità di dire perché è una cosa a cui tieni molto?

Oltre a Cerbero teatro, che è una cosa a cui tengo tantissimo, ma di cui abbiamo parlato, (ride) saluto mamma e papà e tutti quelli che mi conoscono (ride) Lo scriverò, promesso! (ride) allora aggiungi anche un bacione alla mia nipotina!

Lidl lavora con noi 2016: a gennaio assunzioni in varie città

anna moroni ricette

Ricette Anna Moroni a La prova del cuoco: crocchette di zucca