in

Crollo ponte a Genova, giallo sulla revoca della concessione ad Autostrade

E’ giallo sulla revoca della concessione ad Autostrade annunciata ieri a Genova dal presidente del consiglio Giuseppe Conte, nel Cdm straordinario tenutosi il giorno dopo il tragico crollo del ponte Morandi. Nel testo ufficiale pubblicato sul sito di Palazzo Chigi non si fa infatti alcuna menzione della revoca delle concessioni. Nel breve comunicato trovano conferma lo stato di emergenza per 12 mesi e lo stanziamento di 5 milioni per la rimozione delle macerie, o meglio, per “l’avvio delle attività di soccorso e di assistenza alla popolazione colpita e degli interventi più urgenti”.

Crollo ponte Genova, giallo sulla revoca della concessione ad Autostrade

Ecco il comunicato diffuso da Palazzo Chigi a seguito del Consiglio dei Ministri straordinario di ieri, 15 agosto 2018, a Genova. “Il Consiglio dei ministri si è riunito oggi, mercoledì 15 agosto 2018, alle ore 16.30 presso l’Ufficio territoriale del Governo-Prefettura di Genova, sotto la presidenza del presidente, Giuseppe Conte. Ha svolto le funzioni di Segretario il vicepresidente del Consiglio Luigi Di Maio. Il Consiglio dei ministri, su proposta del presidente Giuseppe Conte, ai sensi del decreto legislativo 2 gennaio 2018, n. 1, sulla base delle informazioni e dei dati acquisiti nell’ambito del Comitato operativo convocato presso il Dipartimento della protezione civile, in costante raccordo con la Regione Liguria e con le componenti e strutture operative del sistema di protezione civile nazionale, ha deliberato la dichiarazione dello stato d’emergenza a causa del crollo di un tratto del viadotto Polcevera, noto come ponte Morandi, sulla A10, a Genova, avvenuto nella mattinata del 14 agosto 2018. Il Consiglio dei ministri – si legge ancora nel comunicato finale diffuso da Palazzo Chigi – ha quindi stanziato la somma di cinque milioni di euro da destinare ai primi interventi e all’avvio delle attività di soccorso e di assistenza alla popolazione colpita e degli interventi più urgenti. Il Consiglio dei ministri è terminato alle ore 17.50”.

Ieri Conte aveva parlato di “avvio delle procedure per la revoca delle concessioni” ad Autostrade, ma di questo avvio delle procedure per il momento non vi è traccia nei verbali del Consiglio dei Ministri. (foto: Governo.it – licenza CC-BY-NC-SA 3.0 IT)

Leggi anche –> Crollo ponte a Genova, Conte: «Via le concessioni ad Autostrade, 5 milioni per rimuovere le macerie»

Written by Andrea Monaci

48 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it, ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto tra gli altri per il "Lavoro e Carriere" e "Il Secolo XIX". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Crollo ponte a Genova, Conte: «Via le concessioni ad Autostrade, 5 milioni per rimuovere le macerie»

Crollo ponte a Genova, Conte: «Via le concessioni ad Autostrade, 5 milioni per rimuovere le macerie»

Ponti costruiti da Morandi: ecco quali sono gli altri, da Catanzaro alla Libia