in ,

Cronaca Toscana, due cani avvelenati con pesticidi: ecco cosa è successo

Due cani sono stati avvelenati con pesticidi in un allevamento. È accaduto a Pontedera, in Toscana. “Giovedì, mentre mi trovavo ad una riunione sono stato raggiunto da una telefonata, purtroppo qualcuno ha avvelenato alcuni dei miei cani. Due femmine nella notte sono decedute una terza spero riesca a salvarsi”. Questa è la testimonianza di Alberto Lenzi, presidente dell’associazione cinofila livornese ai microfoni de La Nazione dopo aver scoperto l’avvelenamento dei suoi due cani.

—> IL MONDO DELLA CRONACA CON URBANPOST

“Una bruttissima esperienza ed un gesto meschino che non dovrebbe mai accadere – racconta Alberto Lenzi – ringrazio gli amici che ci sono stati stati vicini”. I cani facevano parte del “Dei Riri”, un allevamento a Fauglia, in provincia di Pontedera, di sette gordon e irlandesi bianchi e rossi che gestisce con la moglie Chiara Fazzi, presidente livornese dell’Enpas, ente nazionale protezione animali.

—> LE ULTIME NOTIZIE DI CRONACA 

“Il veterinario – continua Alberto Lenzi – ci ha detto che sono stati avvelenati con pesticidi. Non riesco proprio a capire chi possa aver fatto un simile gesto, non abbiamo mai avuto problemi. Non vorrei che qualcuno ce l’avesse con me per la mia attività politica ma uccidere due cani è veramente inaccettabile”. Lenzi era alla direzione comunale del Pd quando gli è arrivata la telefonata. “Sono morti la sera ma potrebbero essere stati avvelenati nel pomeriggio – ricostruisce Lenzi – quando non c’era nessuno a casa”. Così ora la famiglia Lenzi piange i suoi due cani, Anika di 8 anni e Letizia, una cucciola di 3 anni, che sono morte avvelenate.

Musica, Status Quo: addio a Rick Parfitt

Film al cinema Natale 2016: Poveri Ma Ricchi, il cinepanettone di De Sica (TRAILER)