in ,

Crotone – Atalanta risultato finale 1-3 sintesi e highlights: Nicola nei guai

Quinta sconfitta in sei partite per il Crotone. E’ questo il verdetto espresso dal primo dei due posticipi della sesta giornata di Serie A. La partita è durata praticamente 45′ con l’Atalanta che è partita subito forte e ha messo subito la partita sui binari giusti grazie al gol di Petagna. Nel primo tempo arrivano anche i gol di Kurtic e Gomez che praticamente chiudono il match dopo 45′. Ancora una volta una partita casalinga lontano dallo Scida per il Crotone che spera di poter riabbracciare il proprio pubblico molto presto.

Parte subito fortissimo l’Atalanta. Bel movimento di Petagna, che libera Kurtic al centro dell’area, da ottima posizione lo sloveno calcia addosso a Cordaz. Passano 2′ e i bergamaschi trovano il vantaggio: ancora Petagna protagonista, salta Dussenne e batte Cordaz con un bel tiro preciso. Il Crotone trova la reazione, ma non riesce a creare azioni che possano impensierire Berisha. Alla mezz’ora si accende Kessiè: serpentina nella difesa calabrese, salta Cordaz ma la sua conclusione sbatte sul palo, torna in campo e arriva al Papu Gomez che calcia a botta sicura ma trova la deviazione di Ferrari sulla linea. Il Crotone risponde e 1′ dopo va vicino al pari con il diagonale di Trotta che si spegne di pochissimo alla destra di Berisha. Al 38′ Cordaz evita che si sblocchi Gomez con una super parata sul tiro a giro dell’argentino. E’ solo questione di tempo, però, prima che l’Atalanta trovi il raddoppio: angolo di Freuler, Cordaz esce male e Kurtic si trova al posto giusto nel momento giusto per infilare il raddoppio. Nel finale di tempo c’è tempo anche per il primo gol in stagione di Gomez che trova il sette con una violenta conclusione dai 25 metri.

=> CLICCA QUI PER GLI ALTRI HIGHLIGHTS DI SERIE A

Le tre reti dell’Atalanta nella prima frazione hanno pesato negativamente sull’approccio alla ripresa del Crotone, sempre di più in difficoltà. Nicola prova a dare la scossa inserendo Tonev al posto di Trotta, ma la situazione non cambia molto. Una delle poche emozioni del secondo tempo la regala il giovane Kessié che, al 62′, commette un’entrataccia su Dussenne e Rocchi non può far altro che espellerlo. Nel Crotone entrano anche Rohden e Simy che migliorano la manovra offensiva del Crotone e proprio il nigeriano trova il primo gol in Serie A, finalizzando la sponda di Falcinelli e riaccendendo le speranze dei pitagorici nel finale.

ponte 1° novembre con i bambini

Ponte 1° novembre 2016: dove andare con i bambini? 3 idee divertenti

Striscia La Notizia settembre 2016, primo tapiro a Edoardo Costa: “La sto pagando cara”