in ,

Crotone calcio ultime notizie: no alla ristrutturazione dell’Ezio Scida

Il Crotone calcio è partito questa mattina alla volta di Moccone (Cs) per il ritiro in vista della storica prima stagione in Serie A. In casa pitagorica, però, l’umore non sarà dei migliori. E’ arrivato infatti il no da parte della Soprintendenza ai Beni Culturali della Calabria all’inizio dei lavori per il restyling (riguardante soprattutto l’ampliamento della Curva Sud) dell’Ezio Scida. Lo stadio è stato costruito sopra i resti dell’antica Kroton, per cui i lavori di ristrutturazione sarebbero impossibili. L’impianto può ospitare 9630 persone, il che fa comprendere come un ampliamento della capienza sia obbligatorio.

=> LEGGI QUI L’INTERVISTA A BEPPE URSINO, DS DEL CROTONE

Il Crotone calcio rischia dunque seriamente di giocare la sua prima stagione nella massima serie sempre lontano da casa. Sono tante le possibili alternativi: da Pescara a Napoli, anche se è possibile immaginare che si possa preferire una città calabrese, come Catanzaro o Cosenza, in modo che per i tifosi sia più facile seguire le squadra, quanto meno nelle partite “casalinghe”.

Una decisione inaspettata anche per l’amministrazione comunale di Crotone, dove da parecchio tempo si attende l’arrivo del nullaosta per cominciare i lavori. “Come amministrazione non è stato lasciato nulla di intento – ha comunicato il sindaco Ugo Pugliese – ma questa decisione improvvisa e inaspettata rischia di vanificare il nostro lavoro e di deludere le aspettative della gente di Crotone. Dal canto nostro continueremo a fare di tutto perché il Crotone giochi all’Ezio Scida!”

Ferrara dove mangiare

Dove mangiare a Ferrara: ristoranti con cucina tipica, 5 indirizzi utili

Olimpiadi Rio 2016, ecco chi è Darya Klishina: l’atleta russa accusata di essere “traditrice”