in

Crozza Copertina Ballarò 13 maggio: lo scandalo Expo, Diego dell’Appalto, Matteo Renzi e le Elezioni Europee (Video)

Anche ieri sera, martedì 14 maggio c’è stato il 34esimo appuntamento settimanale con “Ballarò” e, come di consueto, la copertina satirica di Maurizio Crozza. Il comico genovese ha iniziato il suo intervento domandando al conduttore qual è la differenza tra la Prima e la Seconda Repubblica. “Sono cambiati i giudici? No, perché gli imputati sono sempre gli stessi. Prima Repubblica, Seconda Repubblica sono come i gradi di giudizio. Fino al Terzo Grado di Repubblica sono tutti innocenti.” Il ligure ha incentrato il suo monologo sullo scandalo Expo: “Una nuova Tangentopoli con Frigerio e Greganti? Cos’è, il sequel? Erano già stati in galera nel ’93. Si vede che c’è voglia  di anni ‘90… Frigerio e Greganti spuntano solo per i grandi eventi.” E loro due gli ricordano Michele Zarrillo: non lo vedi mai e spunta solo per Sanremo”. Greganti però è un colpo di scena, un “coup de teatre” ma in questo caso Greganti è più un “coop de teatre”. D’altra parte figurarsi se uno come Primo Greganti si butta via per dei “lavoretti” così piccoli, “Greganti se non c’è almeno un’ Expo non si alza nemmeno dal letto. Sarebbe come chiamare uno come Renzo Piano per impermeabilizzare il  terrazzo”. Vecchia scuola PC: veniva da lontano e andava lontano. Invece Greganti veniva dalla galera ed è tornato in galera. Però il Pd ha fatto un “gesto forte” ovvero l’ha solo sospeso. Del resto: “Metti che nel 2024 facciamo le Olimpiadi a Roma, non te lo giochi Greganti di nuovo come portabandiera?”. Maurizio Crozza Ballarò facebook2


Nel Pd sono strani perché l’unico che hanno mandato via in maniera definitiva è Prodi, accanendosi tutti con lui. Sullo scandalo Expo, quelli della cupola stanno confessando. L’imprenditore Enrico  Maltauro ha ammesso di aver pagato 400mila euro di mazzette. D’altra parte se si fa un’Expo su come mangia il pianeta, ci sta. “Dicevano che l’Expo mostrerà al mondo cos’è l’Italia… Io, a questo punto, farei il Padiglione Italia a forma di busta. Un’enorme busta”. Perché: “Come truccatori di appalti, noi nel mondo siamo leader. Siamo i visagisti delle gare, i make up artist dell’illecito. Noi non siamo come Diego Della Palma. Noi siamo più Diego dell’Appalto. Appena arriva un affare spuntano dei truccatori professionista.”L’Italia è un paese in continua evoluzione e in una settimana si è passati “dalla mazzate con gli ultrà alle mazzette per l’Expo.”  Crozza ricorda che: “L’ultima Expo di Milano del 1906, ha lasciato alla città bellissime opere liberty mentre “Questa del 2015 non so se lascerà ancora qualcuno in liberty”.

Ha ricordato che Grillo è venuto a Milano portando la “solita ventata di costruttività ha detto che bisognava bloccare l’Expo! “Ma come più bloccato di così, come si fa, si allagano i terreni, riempi il cantiere di vipere, ma poi non si può bloccare l’Expo!” Come si fa a bloccare un’occasione unica con mezzo mondo che sta venendo in Italia a costruire i padiglioni per rendere edificabili i terreni di Ligresti e “tu li deludi”. Meno male che a Milano era presente anche Renzi che ha preso in mano la situazione e “ha detto che ci mette la faccia: ma non l’aveva già messa sull’abolizione del Senato? E sulle riforme? E sul Jobs Act? Quante facce ha Renzi? Cos’è, un dado, ha la faccia come un cubo?”.  Il premier sull’Expo mette una task-force anticorruzione, adesso! “Che riflessi che ha! È come fare oggi un piano per togliere gli scogli dall’Isola del Giglio prima che un’altra nave s’incagli.” Prima di visitare l’Expo Renzi è andato in una scuola di Milano e ha chiesto ai bambini di aiutarlo a salvare l’Italia. “Ma dove lo trova un bambino condannato per frode fiscale con cui fare le riforme?”A proposito di bambini cattivi, l’assistente sociale scelto Berlusconi Silvio anche questa settimana con la sua boccuccia non ci ha deluso. Perché prima ha detto che è normale che durante gli appalti pubblici la gente si telefoni di nascosto. Poi che Scajola non si merita il carcere perché ha solo aiutato un amico latitante. E infine che regalerà a tutti delle dentiere. Confuso? O forse i suoi avvocati puntano alla semi-infermità mentale. Comunque i servizi sociali in questo periodo vanno alla grande. Ora li vuole anche Dell’Utri, definitivamente condannato a sette anni…Ma perché Dell’Ultri ha così paura di finire in galera? In questo momento la galera è piena di gente che conosce: è come una rimpatriata del liceo.”  Comunque a giudicare saranno gli italiani il 25 maggio: la parola torna agli elettori e chissà cosa succederà. Perché potrebbe vincere Grillo e potrebbe sparire la Meloni. Oppure potrebbe vincere Renzi e potrebbe sparire la Meloni. Oppure, nell’ipotesi più assurda, potrebbe vincere la Lega e sparire la Meloni.  E Crozza chiude il suo intervento con il segretario della Lega Matteo Salvini perché sotto la giacca ha la felpa con su scritto “Ballarò” e poi sotto “Mangiato in mensa”….    

 

 

http://youtu.be/MmNV-IaFEGU

non è l'inferno

The Voice of Italy, Emma attacca Suor Cristina: “E’ un insulto allo showbiz”

Megan Gale è diventata madre: la modella australiana ha partorito ieri il suo primo figlio