in

Crozza Copertina Ballarò, 2 luglio: il “Datagate”, la candidatura di Daniela Santanchè e il tempismo della Croazia (Video)

Imperdibile e consueto appuntamento con la copertina di Ballarò firmata dal poliedrico comico genovese Maurizio Crozza che ironizza sui fatti politici della settimana rivolgendo ovviamente la sua attenzione sul cosiddetto  “Datagate” e lo spionaggio americano ai danni dell’Europa. Affermando: “Pare che Obama non si perda una puntata di quello che succede nel Pd.” Perché  gli ricorda tanto i ‘Simpson’ e i ‘Griffin’ vale a dire tutte quelle serie in cui ci sono i fuori di testa. Quindi dopo aver ‘interpretato’,  compresi dei problemi di pronuncia, il discorso fatto in Parlamento da Antonio Razzi, il comico genovese si concentra sull’ex Premier Mario Monte che conta così poco che non lo invitano nemmeno alle assemblee di condominio. Ballarò 2 luglio 2013

Crozza ha fatto notare che quando il senatore a vita ha detto che senza un “cambio di marcia” toglierà l’appoggio al governo nessuno l’ha preso seriamente. E dopo aver imitato Antonio Ingroia si è rivolto agli statunitensi: “Americani, spiateci”. Del resto gli italiani non temono nulla. E se scoprissero che c’è stata la trattativa Stato-mafia? Anche Riina ha svelato che sono stati gli italiani a chiamarli, “Come le compagnie telefoniche.”

Quindi è il turno di una battuta al Presidente del Consiglio Enrico Letta. Immancabile la frecciata a Daniela Santanchè che vuole fare la vicepresidente della Camera ma rilascia delle esternazioni un po’ equivoche e chiede se si possa trovare, per la Camera dei deputati, qualcuna con meno senso dell’umorismo. Il comico ligure fa un parallelismo tra l’esponente del Pdl (e socia in affari di Flavio Briatore) e la presidente della Camera Laura Boldrini, facendo notare che anche la Santanchè si impegna in opere umanitarie e che il suo è un volto nuovo perché “se lo rifà ogni settimana”. Verso la conclusione Crozza, dopo essersi domandato se Marina Berlusconi non sia altro che “Alfano con la parrucca”, ha salutato alla sua maniera l’ingresso “propizio” e giusto della Croazia nell’Unione europea: sottolineando che hanno avuto lo stesso tempismo di quelli che, per uscire dall’autobus, si accalcano alla porta centrale.

 

http://youtu.be/3kbBjvWayH4

Belen Rodriguez e Stefano De Martino

Belen e Stefano: presto sposi il prossimo 20 settembre

furto bici

Sapessi quant’è strano rubare la bicicletta ad Angelino Alfano