in

Crozza Copertina Ballarò 22 aprile: il primo bimestre d’anniversario tra gli italiani e Renzi, gli 80 euro, la spending review del Vaticano e “l’appartamentino” di Cardinal Bertone (Video)

Anche iera sera, martedì 22 aprile c’è stato il 31esimo appuntamento settimanale con “Ballarò” e, come di consueto, la copertina satirica di Maurizio Crozza. Il comico genovese ha esordito ricordando a tutti che il Governo ha giurato il 22 di febbraio e “oggi è il 22 di aprile” e tra gli italiani e Renzi sono due mesi che stanno insieme, dall’inizio della “storia”, è un anniversario.  E domanda “Cosa si regala nel primo bimestre di anniversario?” Qualcosa che costi meno di 80 euro: un foulard da prestigiatore? No quello ce l’avrà già; Renzi affascina perché intontisce tutti di promesse. Certo si veniva da delle storie triviali: “siamo stati per 20 anni con uno che ci tradiva con altre più giovani, lasciamo stare. E dopo abbiamo avuto piccoli flirt con Monti, Letta ma era solo sesso e, tra l’altro, fatto male”. Del resto con Monti non si fanno le capriole: “Comunque oggi sui giornali c’era il piano segreto di Renzi per tagliare metà degli F35 senza farsene accorgere dagli americani. Ma come “piano segreto?” E’ sui giornali! A Washington non arriva Repubblica? Se ne sarà accorta Michelle? “Tesoro? Obi? Ti fottono” “Chi, Putin?” “No, no quello stronzetto del ‘Fare’”. Sembra che Renzi ne voglia comprare 45 su 90 ed è lo stesso Crozza-Renzi a spiegarlo dettagliatamente: “Obama, di F35 ne voglio comprare tanti,  tantissimi, 50! Anzi 45. Ti compro un pezzo al mese! A giugno ti compro due ali, le metto su eBay insieme all’auto blu di La Russa, col ricavato a luglio ti compro tutto il cruscotto con le lucine, il carrello lo offre Poletti che lo ruba alla Coop! Perché ricordati, Obama: non è importante comprare una cazzata per bombardare, ma bombardare di cazzate per non comprare!”  Ballarò23


Comunque Crozza cerca di ammonire Renzi che mettersi contro gli americani non è una mossa molto furba. “Perché finché non mantiene le promesse con noi, va bene, siamo abituati” ma basta che s’inventino un dossier su Del Rio con l’antrace in cantina e i prossimi ospiti di “Ballarò” saranno i marines. Comunque se gli americani vogliono mettersi contro Renzi, si devono mettere in coda, perché prima ci sono gli incapienti, i più poveri di tutti. “Quelli che guadagnano meno di 8000 euro all’anno e che sono esclusi dal bonus di 80 €. Gli incapienti dovranno aspettare almeno il 2015, se ce la faranno. Se non ce la faranno nel 2015 comunque avremo risolto il problema degli incapienti!”  In questo Paese continua sempre l’eterna lotta tra incapienti ed incapaci e secondo Crozza anche questa volta vincono i secondi, perché sono più forti.  Comunque anche sugli 80 euro Grillo ha tuonato e dice che non ci sono le coperture. Anche se è strano, detto da lui, che aveva promesso a tutti come ‘reddito di cittadinanza’ mille euro al mese: “non ne trovi 80 e ne vuoi trovare 1000”. E come si fa, li da di tasca sua, forse allunga la tournée. E il problema è di semplice soluzione e secondo Crozza-Grillo:Ma che cosa vuoi che sia. C’è la rete! Prendi un parlamentare del movimento, lo espelli, vai su Ebay, lo vendi come zombie, la gente compra lo zombie, lo zombie li morsica, nascono altri zombie, li rivendi, morsicano tutti, diventano tutti zombie, son tutti morti e tu non devi più niente a nessuno! Che cosa se ne fanno di 1000 euro al mese se sono morti!?”  Il Movimento 5 stelle non sta fermo un attimo, perché adesso vogliono bloccare la messa in onda della partita del cuore, perché dovrebbe giocare Renzi e si violerebbe la par-condicio. “Non avete capito niente. Era proprio con le riprese del derby del cuore, che Renzi trovava le coperture.”

In conclusione Crozza parla dei tempi duri anche per il Vaticano che si adegua alla ‘spending review’, o meglio quasi tutti. Il Cardinal Bertone è più spending e basta. Si sta facendo ristrutturare un piccolo rifugio, per pregare, una cosa umile, di 700 mq: quando prega, c’è un’eco così grande che basta un’Ave Maria per dire tutto il rosario”. E così piccola che la perpetua si muove da una sala all’altra con la Lexus elettrica. E Bertone ha preso l’appartamento proprio a fianco del bilocale di 70 mq di Papa Francesco. E quest’ultimo se n’è accorto pochi giorni fa, tornando a casa. Ecco il commento di Crozza-Francesco: “Ah cosa sono questi bei lavori, perché ristrutturano la Cappella Sistina? Sistema i Musei Vaticani?… Ma il Cardinal Bertone è una persona importante, sono stato a casa sua, devi vedere che acquasantiera che c’ha! 97 metri quadri de acquasantiera! Poi mi ha detto che era un idromassaggio olimpionico. Allora io me volevo accoccolare lì, ho detto, non posso vivere nell’idromassaggio. Perché ho un ingresso-living, con angolo cottura, in tutto sono 70 mq ma è una nuda proprietà. Si perché io devo dare l’esempio, perché guardano al Papa” .Ma non è solo il Papa a fare sacrifici, c’è anche quello con il mantello e non è Batman, ah sì Sodano. Ma anche quest’ultimo ha un grande alloggio. In realtà tutti i Segretari di Stati hanno degli alloggi sontuosi.E allora l’unico che ha il bilocale di 70 mq sono io. Ma è giusto il Papa deve dare l’esempio. È importante il messaggio di quando vivi in 70 mq, non è che fai feste. Non è che Gesù avesse un attico di 200 mq, con terrazzo…Sai cosa mi viene voglia di dire al prossimo Angelus, una cosa che si dice sempre a Roma, mi piacerebbe aprire la finestra e dire ‘Cari Fratelli, Care Sorelle: ma de che stamo a parlà…!’”  

 

 

 

http://youtu.be/oSK0LYKQngo

lucarelli vs barbara d'urso

Selvaggia Lucarelli dice la sua sul divorzio di Valeria Marini: “Si è separata, non dagli abiti sottoveste”

Metodo Stamina: venti gli indagati, tra cui Vannoni