in

Crozza Copertina Ballarò, 7 maggio: Letta in Abbazia come il Milan di Sacchi

Imperdibile e consueto appuntamento con la copertina di Ballarò firmata dal poliedrico comico genovese Maurizio Crozza. La sua verve ha sottolineato ed evidenziato i punti salienti sugli ultimi avvenimenti  accaduti in Italia, dando vita ad un satirico monologo. L’irriverente e pungente ligure commenta la formazione del Governa Letta: si radunano nell’Abbazia di Spineto, vicino a Sarteano, nel senese, in una valle affacciato sul Parco della Val D’Orcia, a fare spogliatoio… “Ma chi è Letta, Arrigo Sacchi? Me lo ricorda un  po’…” Sulle note di “Co sta pioggia e co sto vento chi è che bussa a sto convento…” Crozza elenca tutti i problemi che dovrà affrontare il governo. Tutti in abbazia, allora, ma il problema è che dopo tornano! Proseguendo che il paese va a rotoli ed il Premier va a pregare… Prima invece si verificava il contrario, il paese pregava ed il Premier…

Crozza Ballarò

In seguito Crozza parla con Stefano Fassina, ospite in studio, affermando  che questo governo sembra il Milan di Sacchi, perchè nel Milan di Sacchi la formazione la faceva Berlusconi… “la formazione qui non la fa mica Berlusconi…o sì?” Questa battuta scatena risate generali.  Poi Crozza lancia una frecciatina a Bersani e sul suo silenzio come è avvenuto nella recente campagna elettorale e, per par condicio, si sposta sull’altro versante politico incalzando Berlusconi: “Da quando il governo ha giurato le aziende di Silvio hanno guadagnato 22 milioni di euro al giorno. Per qualcuno Letta è un investimento sicuro”.  Lo stesso Crozza definisce Mediaset, la MediaLet!

La conclusione di Ballarò della copertina di ieri, del genovese riguarda l’Expò di Milano 2015, con la presa di posizione di  Letta che ha deciso di non far entrare la mafia e lasciarla fuori dai giochi.  E il comico  imitando il dialetto siculo, di un mafioso afferma: “Tanto c’abbiamo le chiavi…”

clio trucchi

Clio Make Up Time seconda puntata: come realizzare un trucco stile manga

Nuova Banconota 5 Euro

Nuova banconota da 5 euro: novità e caratteristiche