in

Crozza Copertina Ballarò 8 aprile: il Def, Casaleggio e il software, Giovanni Toti lo “Yoghi” della politica e l’errore madornale di Berlusconi (Video)

Anche ieri sera, martedì 8 aprile c’è stato il 29esimo appuntamento settimanale con “Ballarò” e, come di consueto, la copertina satirica di Maurizio Crozza. Il comico genovese ha esordito parlando di una ventina di esponenti del Partito Democratico che hanno minacciato di non votare la riforma del Senato di Renzi per approvarne un’altra assieme al Movimento 5 Stelle. Quindi si può dire che il Pd ha approvato il “suo personale Def: divisi dall’ennesima faida. Avete notato che nei momenti importanti il Pd ha la stessa consistenza del tonno: lo tagli con un grillino”. E poi ha fatto gli auguri a Gianroberto Casaleggio che è stato operato al cervello. Ma non è stato un vero e proprio intervento perché per lui “è stato un aggiornamento software.” Crozza Ballarò2


Comunque tra i tagli ai manager, agli acquisti, alla Difesa e alla Salute c’era così tanto entusiasmo nel tagliare che il Pd si è tagliato da solo: cioè il Pd sta al Governo e contemporaneamente si fa pure opposizione. Lo si può definire un organismo autosufficiente? un mitocondrio? Solo che il Pd è più mito-contro, una banda di mitomani l’uno contro l’altro. Per chi non comprendesse l’esempio del mitocondrio, quelli del Pd si potrebbero definire come ermafroditi ovvero hanno entrambi i sessi. “Praticamente si fottono da soli ma non godono mai.” Ma una ventina di Senatori sono pochi, la minoranza. La Democrazia, in fondo, non è tutelare le minoranze? Ecco il Pd è una massa informe di minoranze che però non è capace di tutelarsi. È come se i dirigenti del WWF sparassero ai panda. Comunque una volta il PCI era un partito di lotta di Governo, oggi il Pd è un partito di lotta al Governo, il suo. E Renzi non può nemmeno lamentarsi perché è una peculiarità sua, che ha inaugurato lui. Ecco il giorno in cui Renzi riuscirà a far fuori Renzi, avrà chiuso il suo ciclo politico.

È un momento molto delicato e non c’è niente da ridere: l’Italia è a rotoli e Berlusconi è a rotule. A no qualcosa da ridere c’è e Crozza prende di mira Giovanni Toti, ospite in studio: pensava fosse una giornata storta e pesante invece è come quando si torna a casa, accendi la televisione e vedi che c’è una puntata di Benny Hill e ci si rilassa. Si fa per scherzare, Toti. Io faccio il mio mestiere, in attesa di scoprire quale sarà il suo. Tra l’altra questa in teoria potrebbe essere la serata buona di Toti, perché gli hanno messo a fianco la Ministra Guidi e potrebbe anche uscirne come uno statista della Madonna. Ma il consigliere politico di Silvio Berlusconi sta simpatico a Crozza perché è come lo “Yoghi” della politica italiana. E imitando il celebre orso dice: “Mi è sembrato di sentire un fuorionda, mi sa che il signor ranger questa volta ha registrato tutto.”  Commentando che l’hanno beccato in un fuorionda con la Gelmini e gli domanda se è vero che per sicurezza ha chiesto di non essere microfonato. Ma come ha fatto a cascarci: “ma è un giornalista, come si fa a non accorgersi del microfono?! È come se Federica Pellegrini annegasse nel bidet!” E gli chiede se sa che sono nell’abbraccio mortale di Renzi, da quando appoggiano il Premier, nei sondaggi che fa Pagnoncelli, rispetto a Forza Italia, prende più voti Pagnoncelli. Nel frattempo però Berlusconi è in ansia: giovedì ci sarà l’udienza, i suoi avvocati hanno chiesto l’affido ai servizi sociali e Crozza ha le regole del Tribunale che Berlusconi dovrebbe seguire nel caso di affido i servizi sociali. La sera a casa alle 11.00, niente viaggi senza permesso ed essere sempre rintracciabili. Fin qui sono le stesse regole che il comico ha dato al figlio 15enne. Manca lavarsi i denti e fare i compiti e poi c’è tutto. Ma c’è poi una regoletta aggiuntiva che dice di non frequentare pregiudicati omettendo altresì di frequentare altri ambienti. Per uno che è capo di Forza Italia questo potrebbe essere un problemino. Come se ad Alonso dicessero: continua pure a fare i gran premi, ma poi mi raccomando ometti di frequentare i box.” Comunque l’affido ai servizi sociali non  è ancora sicuro e glielo concedono solo se mostra segni di ravvedimento  e s’immagina il colloquio con il giudice. Crozza-Berlusconi si sente ravveduto e ammette di aver sbagliato e che se n’è accorto tardi. Vorrebbe chiedere scusa a tutti quanti e arriva a dire che ha deluso tante persone. E gli dispiace di aver pagato un sacco di persone, anche all’estero, però sbagliando. È stato un errore madornale l’aver tenuto Allegri per due anni sulla panchina del Milan e aver chiamato Seedorf subito dopo è stato ancora peggio

 

 

 

http://youtu.be/rEjb3FP8jbc

Swap Party, a Rimini il baratto diventa trendy il 3 maggio 2014

Sharon Stone

Sharon Stone ricoverata in ospedale in Brasile