in

Crozza a diMartedì, copertina del 24 febbraio 2015: Marchionne, Renzi e il Jobs Act

Ecco cosa ha detto Maurizio Crozza a diMartedì nella sua copertina satirica questa sera, martedì 24 febbraio 2015 durante la diretta del programma condotto da Giovanni Floris ed in onda su La 7. Il comico genovese è passato dall’imitazione di Marchionne ad una satira piuttosto pesante su Renzi ed il Jobs Act esprimendo, così, tutto il suo dissenso, e ha poi concluso il suo monologo citando Silvio Berlusconi tornato nell’occhio del ciclone per via dell’arrivo di nuove notizie riguardanti i processi in cui è implicato.

Nei panni di Marchionne, quindi, all’interno dell’attesissima copertina di diMartedì di questa sera Crozza ha esordito dicendo: “In Abruzzo noi abbiamo un detto aveva la volpe sotto l’ascella, … io non gli avrei dato un soldo di cacio, invece ce l’ha fatto, … sono sbalordito, io Renzi lo stimo come l’Audi, …. ha fatto un Jobs Act, ….. io guadagno assumendo, il contrario di quello che ho fatto per trent’anni, io oggi assumo tutti …” ed aggiungendo: “Floris cosa sa fare? Voglio che si presenti Floris domani alle 6 ai cancelli che gli do una tuta”e facendo così ridere di gusto il presentatore di diMartedì che non riusciva a trattenersi.

Crozza ha poi proseguito dicendo: “Giova, guarda che il Jobs Act è forte, non vedevo datori di lavoro così felici dai tempi di …. Naturalmente sto scherzando, il Jobs Act fa felice anche i lavoratori per 3 anni …. muori sempre di precariato però per trentasei mesi senti meno dolore …” concentrandosi soprattutto sulle nuove forme di contratto e dicendo: “perché si chiama contratto a tempo determinato un contratto che ti possono licenziare a capocchia quando vogliono ? Oggi il contratto a tempo indeterminato dura fino a quando il datore di lavoro non è determinato a mandarti a f*****”.  Parlando poi esclusivamente del premier Crozza ha continuato con: “Tu pensa Giova è passato un anno, a me sembra una eternità, pensa che non mi ricordo nemmeno quando l’abbiamo votato, un uomo solo al comando che in 12 mesi non ne ha sbagliata una, la sinistra l’ha disintegrata….. e i tedeschi lo adorano, che è un po’ lo stesso entusiasmo che avevano quando nel 33 si allearono con noi”.

Il comico genovese ha poi concluso la sua copertina a diMartedì di questa sera con qualche riferimento a Silvio Berlusconi e alla vittoria di un determinato film durante gli Oscar 2015 dicendo: “nella settimana dell’Oscar a Birdman anche il nostro uomo uccello è tornato agli onori delle cronache”.

The Voice of Italy anticipazioni

The Voice of Italy 2015 anticipazioni prima puntata 25 febbraio: novità, coach e musica

whatsapp chiamate voce

WhatsApp per smartphone Android e pc: come funzionano le chiamate vocali