in

Cucinare riso rosso di Camargue con chorizo e peperoni: ricetta e foto

Un piatto originale per ottenere effetto ristorante a casa, un mix di sapori della costa francese e spagnola passando per Napoli. Il Riso di Camargue con la sua particolare colorazione rosso sangue ha la prerogativa di essere sempre al dente, per questo il piatto potrebbe essere anche servito freddo per un pranzo o una cena estiva. Ingredienti per 4 persone:

350 gr di riso Camargue;
5 peperoni grossi;
150 gr chorizo;
pomodori pelati , 1 barattolo;
capperi, acciughe, origano, aglio;
sale, pepe, olio;
basilico;
4 stampini monodose (del tipo budino o i quelli in terracotta per dolci o zuppe).

Come prima cosa grigliate i peperoni e spellateli finchè sono caldi lasciandoli in grossi pezzi, poi conditeli con olio, sale. I peperoni vi serviranno in parte a ricoprire gli stampini monodose, tagliatene uno in piccoli pezzettini che verrà aggiunto al riso.

Sbollentare il riso per circa 15 minuti in acqua bollente salata, o se avete la risiera cuocetelo a vapore. In un tegame fate appassire con l’olio, uno spicchio d’aglio tritato, capperi e acciughe, aggiungete il chorizo tagliato in piccoli pezzetti e quando il riso e pronto saltatelo nello stesso tegame facendolo amalgamare con gli altri ingredienti. Aggiungete sale e pepe a vostro piacimento e basilico tritato.

riso camargue chorizo e peperoni

In una padella a parte fate cuocere per 10 minuti il pomodoro pelato con olio, aglio e origano, qualche cappero non ci starebbe male, dipende dai vostri gusti. Negli stampini imburrati, disponete delle fette di peperone , cercate di coprire tutto lo stampo, aggiungeteci il riso di Camargue fino a riempire lo stampo lasciando meno di un centimetro dal bordo, ricoprite la base con altro peperone.

Fate così per tutti gli stampi e quando sono pronti infornateli per circa 20 minuti a 200 gradi. Tirate fuori e fate riposare per 5-8 minuti. Capovolgete infine il vostro stampino nel centro del piatto e serviteli con la salsa di pomodoro che avete preparato, olio e basilico freschi.

Seguici sul nostro canale Telegram

Come si chiamerà il nuovo Papa? Gli scommettitori dicono Pietro

Città della Scienza incendiata: parte la raccolta fondi per la ricostruzione