in ,

Cuffaro chiede riduzione pena, la Cassazione dice ‘no’

Salvatore Cuffaro, l’ex governatore della Sicilia che attualmente si trova in carcere per scontare una condanna di 7 anni, non ha diritto a chiedere la ‘correzione’ della pena inflittagli perché l’aumento di pena comminatogli in appello, e confermato dalla Suprema Corte, non è andato oltre i limiti previsti dalle norme, anzi, è addirittura inferiore al massimo consentito.

La Cassazione ha quindi rigettato la richiesta di riduzione della stessa, avanzata dall’ex governatore siciliano, condannato per favoreggiamento personale e rivelazione di segreto d’ufficio aggravati dall’aver avuto contatti con Cosa Nostra. A chiarirlo la sentenza numero 35464 della Prima sezione penale, in merito all’udienza svoltasi il primo aprile scorso, e depositata oggi. Salvatore Cuffaro incassa quindi il secondo ‘no’, visto che anche il Tribunale di sorveglianza  di Roma, lo scorso 20 dicembre, gli negò la richiesta di affidamento ai servizi sociali. Fallisce quindi il suo tentativo di uscire in anticipo dal carcere di Rebibbia dove è rinchiuso.

michael jackson lettere segrete

Michael Jackson, le sue cameriere rivelano: “Viveva come un maiale”

marco carta ammalato

Marco Carta e Alessio Bernabei gemelli separati alla nascita? Lo scatto rivelatore