in ,

Cuneo, festini a luci rosse con minorenne: parla la baby squillo che sceglie solo clienti adulti

Ha scelto di rimanere anonima, la baby squillo di Cuneo che vende il suo corpo da quando era minorenne solo per potersi permettere il lusso, oggetti di ‘valore’ che non sono alla sua portata. Aveva solo 16 anni quando ha iniziato a prostituirsi, e oggi parla di sesso e uomini con una disinvoltura che lascia sgomenti. “Ho iniziato a prostituirmi perché mi andava, mi davano dei soldi e potevo permettermi cose che altrimenti mi sarei sognata” – racconta – “Solo con i più grandi però, perché i coetanei, quando tutto è finito, vanno in giro a sputtanarti”.Baby squillo a Cuneo

I poliziotti della Squadra Mobile di Cuneo raccontano di una studentessa delle superiori, a cui piace fumare qualche spinello ogni tanto. Una ragazza ‘normale’, come tante, che su consiglio di un’amica più grande ha trovato un modo di guadagnare bene senza fatica. Al momento le forze dell’ordine stanno investigando su questo giro di droga e festini a luci rosse a Cuneo, ed hanno perquisito circa 20 abitazioni. Sono 11 le persone indagate, di cui 1 arrestata e 4 confinate ai domiciliari. Si tratta di impiegati e professionisti.

Ai carabinieri che l’hanno interrogata, la baby squillo ha dichiarato di essere sempre stata rispettata dai suoi clienti, “tutte brave persone”. “Loro hanno una bella famiglia, un lavoro onesto e importante e con me si comportavano bene. E poi loro che ci potevano fare? Io dicevo che ero maggiorenne. Se hanno commesso uno sbaglio è stato quello di non chiedermi la carta d’identità.”, ha inoltre aggiunto, difendendoli a spada tratta.

Martina Stella flirt con il principe Harry

Martina Stella gossip, flirt ‘reale’ per l’attrice: il principe Harry è pazzo di lei

Pirlo della Juve

Andrea Pirlo e Valentina Baldini aspettano un figlio?