in ,

Cuneo, orafo ucciso da ladro in casa: killer ancora in fuga

Un gioielliere in pensione di 65 anni, Patrizio Piatti, che aveva ancora una piccola attività artigianale di orafo a Torino, stamani è stato ucciso da un colpo di arma da fuoco alla testa durante un tentativo di rapina, mentre si trovava nella sua villa di Santo Stefano Roero, nel Cuneese.

Secondo quanto riferito alla polizia dalla moglie dell’orafo, unica testimone della tragedia la cui ricostruzione dei fatti è al momento al vaglio degli inquirenti, questa mattina intorno alle 6.37 due ladri hanno fatto irruzione nella loro abitazione e uno dei malviventi, sorpresi dal 65enne che li ha affrontati senza timore, avrebbe avuto con lui una violenta colluttazione durante la quale sarebbe partito un colpo di pistola che lo ha ferito alla testa. Prima di darsi alla fuga, i ladri avrebbe legato la donna.

Il gioielliere è deceduto poco dopo l’arrivo del personale del 118. Misteriose e non ancora del tutto chiarite le circostanze dell’accaduto sul quale stanno indagando i carabinieri. Dai primi rilievi sarebbe infatti emerso che i ladri non avrebbero portato via niente dalla villetta. Nella zona intanto è iniziata la caccia all’uomo: molteplici i posti di blocco allestiti nell’area circostante da carabinieri e Ris dell’Arma.

come svezzare il bambino

Svezzamento neonato: consigli pratici su cibi da introdurre e da evitare

disturbi del sonno

Disturbi del sonno? Favoriscono il declino cognitivo