in ,

Cuore protetto con solo 7 grammi di fibre in più al giorno

Le malattie al cuore e al sistema circolatorio colpisco sempre più persone tra la popolazione mondiale. E non senza conseguenze letali.

Quasi la metà dei decessi che avvengono in Europa è legato a tali patologie. Va un po’ meglio, per così dire, agli Stati Uniti, dove i decessi per malattie cardiache sono poco più di un terzo dei motivi di morte nel nuovo continente.

Cereali dieta

Eppure basterebbe poco per rimediare a queste tristi statistiche. Secondo uno studio, condotto su vasta scala, dall’Università di Leeds (Inghilterra), basterebbe consumare un po’ più di cereali e frutta a tavola, ogni giorno, per ridurre i rischi di malattie cardiovascolari. Lo studio, infatti, è andato a spulciare in ben sei database, di precedenti studi eseguiti sul consumo di fibre alimentari in vari paesi, tra cui, Europa, Usa, Australia e Giappone. Non solo. I dati raccolti sui consumi sono stati divisi in base al tipo di fibre (cereali integrali, legumi, frutta e verdura, frutta secca, etc..).

Il risultato dei ricercatori, coordinati da Victoria Burley, è che apportando alla propria alimentazione solo 7 grammi in più di fibre al giorno, e bevendo acqua in maniera adeguata, si riducono in modo significativo i rischi legati a patologie cardiovascolari. Lo studio, pubblicato anche sul British Medical Journal, è stato preso in così seria considerazione da Robert Baron, docente presso l’Università della California, che in un articolo di un editoriale, la raccomandazione di consumare tale quantitativi di fibra in più viene considerata dallo stesso professore come la più importante in assoluto nel campo dell’educazione alimentare e delle diete.

Nato lo stesso anno in cui l'uomo sbarcò sulla Luna, l'autore ha intrapreso, all'inizio della propria adolescenza, gli studi scientifici, conseguendone la maturità verso la fine degli anni '80. Da oltre 20 anni ha incominciato a lavorare nel campo dell'ICT, senza trascurare il proprio impegno in diverse attività sociali (in Croce Rossa, presso la Mensa don Tonino Bello e come educatore in Azione Cattolica).

Giovanni Trapattoni

Lazio: Petkovic ad un passo dall’esonero e si parla di Trapattoni

mercato italia

Mercato, Inter: il dg Fassone “blinda” Fredy Guarin