in

Curarsi con Google: bufale, 10 regole da seguire per evitarle

Secondo i dati, in Italia nove persone su dieci si affidano a Google per curare i propri malanni e per il 44 per cento di loro non è per nulla rischioso. Nel mese di gennaio, però, vi è stato un incontro denominato ‘E-HealthKit: tra bufale e verità. Le due facce della salute in rete’, durante il quale è stato annunciato un decalogo da seguire per evitare false informazioni e bufale. L’ultimo decalogo è stato lanciano durante l’incontro svoltosi a Riccione in occasione dell’edizione speciale #MeetSanofi ‘Social Health, istruzioni per l’uso’: ecco di seguito le 10 regole da seguire.

1) Cercare prima le fonti: bisogna innanzitutto trovare le fonti delle notizie che ci interessano, questo allo scopo di capire quanto realmente siano attendibili e chi le fornisce.

2) Google non ha una laurea in medicina: i contenuti riportati dal motore di ricerca sono personalizzati in baso a ciò che conosce di noi o ai siti con alto numero di visite che non sempre coincide con l’autorevolezza dell’informazione.

3) Attenzione ai blog e ai forum: spesso vengono raccontate tante storie dalle persone che ci scrivono, ma è altrettanto vero che i casi si valutano differentemente per ogni persona e spesso non seguono i dettami scientifici.

4) Conoscere la data di un articolo: sapere la data di pubblicazione dell’articolo è fondamentale, molte vecchie notizie vengono continuamente condivise per alzare le visite.

5) Trovare sintomi mortali: capita spesso che una volta avviata la ricerca, l’impulso è quello di fermarsi sui risvolti peggiori della malattia. Bisogna, invece, sviluppare senso critico e fare affidamento sui medici.

6) Soluzioni facili sono le meno affidabili: la maggior parte dei siti che promettono pronte guarigioni sono spesso inaffidabili, ognuno è differente e così anche l’approccio alla malattia.

7) Attenzione ai nomi dei siti: ce ne sono molti storpiano i nomi veri dei quotidiani, come il Fatto Quotidaino o il Giomale.

8) Alla larga dai complottisti: di siti complottisti ce ne sono a centinaia e sarebbe buona norma tenersi lontani, spesso veicolano falsa informazione e teorie senza fondamento scientifico.

9) Comprare farmaci su internet: bisogna fare molta attenzione quando si acquistano farmaci online. Si deve controllare l’autorevolezza del sito e capire se sono ufficiali o no.

10) Andare dal medico: rimane la prima opzione e anche l’unica veramente concreta. Affidarsi al proprio medico è il primo vero passo che conduce alla guarigione.

[dicitura-articoli-medicina]

oroscopo Paolo Fox agosto 2017 pesci

Oroscopo Paolo Fox aprile 2017 Pesci: belle novità in arrivo, tenete a bada l’ansia

cooper

Martin Cooper e il primo telefono cellulare della storia: come venne effettuata la prima chiamata via mobile?