in

Curry e cancro

Conosciuta meglio come la sostanza che dà al curry il suo caratteristico colore giallo, la curcumina, secondo numerosi studi precedenti, è in grado di esercitare effetti antiossidanti, anti-infiammatori, antitumorale, ipolipemizzanti.

Gautam Sethi, dalla Curtin University (Australia), e colleghi hanno completato una revisione di studi clinici precedenti, che coinvolgono la curcumina, per studiarne gli effetti sul cancro. Osservando che il composto conferisce effetti anti-infiammatori, il team riporta che la curcumina è particolarmente efficace per i pazienti con mieloma multiplo e coloro che soffrono di cancro al pancreas.Notando che le dosi fino a 12 grammi sembrano essere non tossiche, i ricercatori sottolineano che la curcumina sembra agire sulle principali proteine ​​oncogeniche – vale a dire, NF-kB, STAT3, e AP-1.

Gli autori dello studio affermano che: “Gli effetti anti-cancro della curcumina sono prevalentemente ottenuti attraverso la regolazione di diversi fattori di trascrizione, fattori di crescita, citochine infiammatorie, proteine ​​chinasi, e altre molecole oncogeniche. Si elimina inoltre la proliferazione delle cellule tumorali in diverse fasi del ciclo cellulare e/o inducendo l’apoptosi (morte cellulare controllata).”

Integratori alimentari antiossidanti

2015, Swisscom

Startup, Swisscom lancia la Startup Challenge 2015

giornata mondiale vittime amianto 2015

Giornata mondiale vittime amianto 2015: dati, eventi, film per riflettere sul caso Eternit