in ,

Dall’AIFA arrivano i farmaci ‘amici’ degli anziani

Il consumo di farmaci, solitamente, aumenta con l’avanzare dell’età, e i più anziani si ritrovano ad essere i maggiori utilizzatori di pillole, fialette, gocce, pomate, bustine e altre forme di medicinali.

Blister 2

Un utilizzo, spesso, reso difficoltoso da blister complicati da aprire, bugiardini scritti in caratteri minuscoli e con linguaggi tecnici difficili da comprendere, per non parlare di problemi legati alla memoria non più efficiente delle persone in età avanzata che, sovente, dimenticano di prendere per tempo il medicinale.

A cambiare le cose ci penserà  l’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) in collaborazione (tra pubblico e privato) con una iniziativa di Partnership europea che ha come tema “Invecchiare rimanendo attivi e in buona salute“. E, il requisito fondamentale per restare in buona salute è assumere i farmaci in dosi e con modalità giuste. Oggi, invece, solo il 40% delle persone anziane riesce ad assumere correttamente i farmaci prescritti. La maggior parte degli anziani, non segue le indicazioni fornite dal medico e le conseguenze, sia in termini di salute per il paziente sia in termini di costi sanitari, sono pesanti.

Per questo, l’AIFA si pone come obiettivo entro il 2015, di rendere i farmaci sempre più “amici” dell’anziano, attraverso l’implementazione di blister più pratici, istruzioni più chiare e semplificate al massimo e dosatori in grado di permettere al medico di verificare la corretta assunzione del farmaco da parte del paziente, come ha dichiarato il presidente dell’Agenzia del Farmaco Sergio Pecorelli durante la conferenza “The Future of Science” indetta dalla Fondazione Veronesi.

telesoccorso

Ogni anno abbiamo 10mila persone che si feriscono aprendo la confezione dei farmaci – sottolinea Pecorelli – per questo vogliamo blister sicuri, a prova di bambino, ma più pratici per gli anziani. Stiamo pensando anche a dosatori ‘intelligenti’ che permettano al medico di verificare se il paziente ha assunto le medicine corrette, e ad un foglietto illustrativo supplementare semplificato e più comprensibile”.

Ma non solo. L’AIFA ha intenzione di creare una vera e propria ‘rete di sicurezza‘ a supporto dell’anziano, attraverso tutta una serie di iniziative che coinvolgeranno anche il farmacista e il medico di famiglia. Ad esempio, con i primi ci sarà la creazione e gestione di ‘”un sistema automatico di sms, che ricordi al paziente quando deve prendere le medicine”. Mentre, i medici si dovranno occupare di gestire, in condivisione reciproca, un nuovo database in cui saranno convogliati tutti i dati disponibili sulle interazioni tra farmaci, così da supportare meglio quei pazienti anziani che seguono, contemporaneamente, più terapie (ad esempio per curare diabete, pressione alta, artrosi, etc…) come spesso capita in queste fasce d’età.

Davvero una bella iniziativa di utilità sociale!

Seguici sul nostro canale Telegram

jennifer-lawrence

Nuovi Progetti per Jennifer Lawrence e Gary Ross dopo Hunger Games

Vin Diesel Facebook

Fast & Furious 7: Kurt Russell e John Brotherton entrano nel cast