in ,

Lutto nel mondo del calcio: morto il portiere investito lunedì da un ubriaco

Il portiere Daniele Bruni è morto, all’età di 28 anni, dopo essere stato ricoverato in condizioni disperate al Policlinico Gemelli di Roma. Il Cerveteri – squadra di Promozione nella quale militava il giovane – è in grave lutto e si stringe intorno alla famiglia.

Daniele Bruni era stato investito lunedì mattina nei pressi del centro sportivo “Galli” mentre stava scendendo dalla sua vettura da un uomo – 56 anni di origine romena – alla guida di un furgoncino che trasportava legna, risultato poi positivo all’alcool test. Il portiere di Ladispoli ha lottato con tutte le sue forze tra la vita e la morte, ma a niente è valso l’intervento dei medici alla testa e all’addome: Daniele è morto per le gravi lesioni riportate.

Il mondo del calcio dilettantistico esprime tutto il suo cordoglio: “Daniele Bruni ci ha lasciato – scrive la Lega Nazionale Dilettanti in una breve nota apparsa anche sul profilo ufficiale Facebook – Il giovane calciatore del Cerveteri che ha lottato tra la vita e la morte dopo essere stato investito davanti lo stadio non ce l’ha fatta. Insieme alla famiglia del calcio dilettantistico italiano ci stringiamo intorno ai famigliari, agli amici e a quanti hanno avuto l’onore di conoscere questo straordinario ragazzo“.

startup italia ulaola amazon made in italy

Startup Italia, Ulaola nel nuovo negozio “Made in Italy” di Amazon

caso yara processo news

Caso Yara processo news: videocamera-spia davanti alla sua tomba