in

Danni cerebrali: neuroni riparabili per il futuro?

I danni cerebrali, dovuti a tumori, ictus o cause come alcolismo e utilizzo di droghe sono sempre più in aumento e soprattutto risulta ancor più difficile riuscire a trovare delle cure efficienti per problemi a carico del sistema nervoso centrale.

 neuroni

Una buona notizia però arriva dal CNR di Bologna, che ha di recente effettuato un interessante studio per cercare una soluzione proprio a tali problemi: pubblicato sulla rivista scientifica, Nature Materials, è stato studiato un sistema per poter monitorare nel corso della loro vita cellulare i neuroni del nostro cervello.

Lo strumento chiave nella realizzazione di tale studio è chiamato Ocst, ossia un elettrostimolatore che consente facilmente di capire se i nostri neuroni sono funzionanti e attivi oppure abbiano subito anomalie o problemi: con questo studio si è potuto notare come ci sia una grossa possibilità di agire attivando questi neuroni per così dire disattivati, cosa che accade ad esempio nel morbo di Parkinson, dove il “congelamento” delle funzioni neuronali porta alla degenerazione del sistema nervoso.

Resta il fatto che la complessità di funzioni e composizione del nostro cervello è cruciale per poter effettuare maggiori studi: infatti ora bisogna verificare se la tecnica dell’Ocst è applicabile a tutti gli individui, cosa che porterebbe ad una netta rivoluzione della terapia per malattie neurodegenerative.

Come compilare il Modello Unico 2013: spese detraibili e scadenze

benedetta parodi

I Menù di Benedetta, il menù light per rimanere in forma