in , ,

Dario Fo, è morto il Nobel per la Letteratura dalle mille sfumature artistiche

E’ morto a 90 anni Dario Fo, premio Nobel per la Letteratura nel 1997 e artista dalle mille sfumature: drammaturgo, attore ma anche regista, scrittore e illustratore, ecco la vita e la carriera del sommo attore che si è spento quest’oggi dopo alcuni problemi polmonari.

“Non temo la morte ma neanche la corteggio. Se hai campato bene è la giusta conclusione della vita” era solito dire Dario Fo che, quasi irriverente, sfidava la morte anche sul letto d’ospedale: proprio pochi giorni fa, con quel poco fiato che ancora aveva in corpo, ha commentato il suo stato di salute dicendo “È come una sfida a ramino. Puoi vincere o perdere, ma quel che conta è la partita…”. Poche e semplici frasi che, però, danno un quadro preciso di chi fosse il sommo “Mistero buffo”. Figlio di un capostazione, Dario Fo nasce in provincia di Varese il 24 Marzo 1926: dopo gli studi all’Accademia di Belle Arti di Brera, nel 1950 inizia a lavorare per la RAI come attore ma anche autore di testi satirici. Nel 1956, dopo una serie di monologhi e lavori per il cinema, scrisse e interpretò il suo primo varietà di successo insieme a Franco Parenti dal titolo “Non si vive di solo pane“.

Negli anni Sessanta Dario Fo e la moglie Franca Rame, che nel frattempo avevano fondato una compagnia teatrale, decidono di abbandonare la televisione in cui è la censura a far da padrone per passare al teatro: è proprio in quegli anni che il premio Nobel per la Letteratura porta in scena, per la prima volta, la “giullarata” Mistero Buffo che Fo riproporrà sino a qualche mese prima della sua morte. L’opera è una rielaborazione di testi antichi in grammelot, un linguaggio teatrale basato su improvvisazioni a carattere giullaresco: i testi contenuti, seppur divertenti, sono però il chiaro esempio della satira affilata di cui era capace il l’intellettuale nato sul Lago Maggiore. “Lei è sempre accanto a me, ogni volta che non so come trarmi di impaccio, la chiamo e mi risponde” racconta infine Dario Fo qualche mese dopo la morte di Franca Rame, l’amore della sua vita e per la sua vita: il loro matrimonio, infatti, fu un legame d’arte e d’amore che segnò fortemente la carriera dell’intellettuale.

Nadal condizioni di salute

Tennis Rafa Nadal condizioni di salute, possibile stop: torna in campo nel 2017

samsung galaxy note 7 esplosione batteria GTA V

Batterie Samsung Galaxy Note 7: allarme utili per l’azienda, i problemi legati al litio