in

David Lynch ospite al Lucca Film Festival 2014

David Lynch è l’ospite atteso della decima edizione del Lucca Film Festival, la rassegna cinematografica curata da Nicola Borrelli che fino al 3 ottobre 2014 porterà cultura e sperimentazione nella suggestiva cittadina toscana.

Lucca Film Festival 2014

L’appuntamento con Lynch è lunedì 29 settembre 2014 alle ore 11 per una lezione/conversazione sul cinema che avrà come location la Chiesa di San Francesco e vedrà come mediatori sia Alessandro Romanini sia il direttore del Festival Nicola Borrelli (ingresso libero, possibilità di prenotare solo per le scolaresche).

Lo stesso giorno il regista visionario ritirerà il premio alla carriera al cinema Moderno, dove, a partire dalle ore 21, all’introduzione del docente Roy Menarini seguirà la proiezione di alcuni cortometraggi inediti e del capolavoro “Mulholland Drive”.

Tra gli eventi imperdibili anche la mostra “David Lynch. Lost Visions. L’indiscreto fascino dello sguardo”, che rimarrà aperta al pubblico fino al 9 novembre 2014 all’Archivio di Stato di Lucca, in via dei Pubblici Macelli 155: il curatore Alessandro  Romanini è riuscito a mettere insieme un centinaio di opere, tra litografie e fotografie, che illustrano il mondo onirico e visionario del regista, che è anche pittore, autore di graphic novel, musicista e sceneggiatore.

Ma la soggiorno italiano di Lynch non finisce qui: la tappa successiva sarà Bologna, dove martedì 30 settembre l’artista terrà una lezione a porte chiuse riservata agli studenti di cinema dell’Università.

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Grande guerra il centenario mostra Torino 2014

Grande Guerra, il centenario: a Torino una mostra a colpi di matita e satira

Milan Napoli

Milan news: Berlusconi striglia la difesa, Inzaghi cambia modulo