in

Davide Astori, la madre rompe il silenzio: «Quella mattina una sensazione mai provata: non sapevo nulla, ma avevo già capito tutto!»

È il primo Natale senza il capitano della Fiorentina, il primo Natale senza Davide Astori, il giovane calciatore scomparso prematuramente lo scorso 4 marzo. Per la prima volta da quel maledetto giorno, la madre del difensore rompe il silenzio e parla di quel figlio che le manca tanto.

«Quella mattina una sensazione che non avevo mai provato in vita mia!»

La famiglia di Astori si è chiusa nel suo dolore, ha sempre rispettato le istituzioni, ha mantenuto il massimo riserbo sulle indagini. Dopo la notizia che il fascicolo d’inchiesta è stato archiviato, la signora Anna, ha voluto dire la sua. «Ne ho altri due, di figli, sono una madre, ho il dovere di essere forte anche per loro», ha confidato la madre di Davide Astori, scomparso la notte prima di giocare la partita Udinese-Fiorentina. «Quella mattina io e mio marito dovevamo andare alla messa e poi a votare, che c’erano le elezioni. Io però mi sveglio e ho le braccia come paralizzate, fredde, il corpo vuoto, una sensazione che non avevo mai provato in vita mia. Non sapevo nulla, ma sapevo già tutto», ha rivelato la donna, che intimamente sapeva che qualcosa di brutto era già successo e che la sua vita ne sarebbe uscita stravolta. Il cuore di Davide aveva già smesso di battere e un’ora dopo la famiglia avrebbe ricevuto la notizia, che nessuna madre vorrebbe sentire. «Perché questo si dovrebbe imparare del dolore: è figlio di Zeus e questi è figlio di Crono», per usare un’espressione dello scrittore Alessandro Baricco.

«Io voglio un perché, non un colpevole!»

La donna non cerca un colpevole, vuole solo sapere la verità. Perché il cuore del suo adorato figlio si è fermato all’improvviso? Cosa è successo quella tremenda notte? «Io voglio un perché, non voglio un colpevole, perché sono sicura che un colpevole non esiste. Quello che è successo è stata una disgrazia, una fatalità, io lo so, nessuno lo ha voluto, ma voglio allo stesso tempo che non succeda mai più, voglio che nessuna madre mai più debba provare quello che ho provato io. In Italia sono bravissimi nei controlli medici sugli atleti, ma devono diventare ancora più bravi, ancora più sicuri. Voglio che il sacrificio del mio Davide non sia stato inutile», queste le parole della madre di Astori, che poi ha aggiunto: «Prego per lui, perché starà passando un brutto Natale, e non dovrebbe capitare a nessuno… anche se nessuno me lo restituirà più, il mio Davide!».

«Francesca? Una mamma di una bravura che non si può spiegare!»

A scaldarla l’amore della nipotina, la figlia che Davide Astori ha avuto dalla compagna Francesca Fioretti. «La Francesca» – ha raccontato la signora Anna – è una mamma di una bravura che non si può spiegare. L’altro giorno nonno Renato stava sfogliando la Gazzetta dello Sport, c’era una vecchia foto di Pasqual che abbracciava Astori. Vittoria ha sorriso e ha detto con serenità: quello è il mio papà».

leggi anche l’articolo —> Davide Astori morte news: indagati due medici per omicidio colposo

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Lory Del Santo umilia un suo ex “poco dotato”: «Era come Berlusconi, secondo me!»

Wanda Nara look aggressivo, griffe, scandalo: la nascita del suo brand