in

Davide Scotti scomparso a Sesto San Giovanni: inquietante messaggio alla sorella prima di sparire

Davide Alfredo Scotti scomparso a Sesto San Giovanni (Milano): l’uomo, 38enne, ha fatto perdere le sue tracce il 13 aprile. Secondo l’appello diramato da Chi l’ha visto? ha detto alla moglie che sarebbe andato in chiesa e non è più tornato a casa. Erano circa le 9 del mattino quando la donna lo ha visto per l’ultima volta, lui le aveva detto di avere intenzione di andare in chiesa ma quando è uscito non ha portato con sé né il cellulare né i documenti. Poco prima della scomparsa aveva espresso il desiderio di raggiungere un monastero. Dove potrebbe essere andato? E soprattutto, cosa lo avrebbe spinto ad abbandonare la famiglia? La madre e la sorella di Davide non si danno pace.

Potrebbe interessarti anche: Davide Scotti scomparso a Sesto San Giovanni: nessuna traccia dal 13 aprile

Questa la sue descrizione secondo le informazioni fornite dal programma Rai:

Sesso:M
Età:38 (al momento della scomparsa)
Statura:180
Occhi:castani
Capelli:brizzolati
Abbigliamento:maglioncino a costine color senape con cappuccio e zip, un paio di jeans chiari. Porta la fede
Scomparso da:Sesto San Giovanni (Milano)
Data della scomparsa:13/04/2018
Data pubblicazione:21/04/2018

Le due donne hanno fatto un appello tramite il programma Chi l’ha visto?, spiegando che negli ultimi tempi Davide, che vive a Sesto San Giovanni con la moglie e la figlia, faceva discorsi strani, sinistri, legati alla religione e alla sua volontà di allontanarsi da casa. Una fede, la sua, portata agli estremi e perfettamente esemplificata da un inquietante biglietto scritto di suo pugno alla sorella. C’è la data – cosa insolita per lui, ha precisato la ragazza – e il rimando ad alcuni versi della Bibbia tra cui i passi dell’Apocalisse.

“All’inizio li ho letti poi ho smesso perché mi inquietavano”, ha ammesso con la voce rotta dal pianto la sorella del 38enne. “Conclude il messaggio con un ‘Ciao’ e non con con ‘Auguri’ (di Pasqua ndr) come se fosse stato il saluto” di uno che ha già deciso di andar via, ha evidenziato la ragazza. “L’importante è sapere che sta bene, tutto il resto si risolve … Lui può andare dove vuole”, ha detto la madre di Davide, per poi ammettere che questa sua religiosità diventata ormai maniacale potrebbe averlo portato a farsi seguace di una setta. Questo il timore dei familiari dell’uomo di cui non si hanno più notizie dal 13 aprile.

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Concorso Wow Air estate 2018: la compagnia aerea offre 3000 euro al mese per girare il mondo, scopri come fare domanda

Trattativa Stato-mafia, Di Pietro: «Che Borsellino doveva essere ammazzato lo si sapeva bene, è responsabilità di Stato»