in ,

De Laurentiis incendio yacht, ipotesi inquietante: si indaga per sabotaggio

L’indiscrezione di Fanpage.it è di quale ora fa, e se fosse confermata dagli inquirenti aprirebbe la strada ad una ipotesi inquietante ovvero che l’incendio che domenica ha letteralmente distrutto lo yacht del patron del Napoli, Aurelio De Laurentiis, non sia stato un incidente bensì un vero e proprio sabotaggio.

È stata infatti aperta un’inchiesta per indagare sull’accaduto e appurare le cause che hanno fatto scatenare il rogo sull’imbarcazione di De Laurentiis, al largo di Posillipo, nel golfo di Napoli. Lo yacht “L’Angra”, lungo 32 metri e fresco di ristrutturazione, potrebbe non essere andato a fuoco per un’avaria del motore, come ipotizzato inizialmente, ma distrutto per azione dolosa di qualcuno.

Dalle indiscrezioni emerse sembrerebbe inoltre che la lussuosa imbarcazione fosse assicurata per un controvalore di 3 milioni di euro, pagata tuttavia 1,2 milioni dal presidente del Napoli Calcio. La questione è delicatissima, vista anche la notorietà di De Laurentiis, per questo gli investigatori stanno cercando di mantenere il massimo riserbo in merito.

Riforma pensioni 2015 ultime novità: quota 100 senza penalizzazioni e uscita anticipata, Matteo Salvini disposto a sostenere il PD

MOSTRA FOTOGRAFICA FABIO SEBASTIANO

Nobili rovine, Castello Ducale di Agliè Torino 2015, viaggio fotografico nel decadimento