in ,

Decreto Fiscale, bocciata la norma “salva Corona”: niente sconti se nascondi contanti

Bocciata la norma ‘salva Corona’ contenuta nella bozza  del disegno di legge del Decreto Fiscale. Lo sconto per chi nasconde i soldi contanti, la cosiddetta voluntary-bis con una flat tax del 35%, non è stata approvata nella versione finale del decreto. Si ritorna, così, alla versione del 2015 quando non era previsto un’aliquota forfait ma il semplice calcolo delle somme emerse dalla tassazione progressiva di reddito.

DECRETO FISCALE COSA È LA NORMA ‘SALVA CORONA’

La “voluntary disclosure”, contenuta nella bozza della legge di bilancio, è già stata ribattezzata “norma salva Corona”. Il motivo? Si tratta di una tassazione di favore per coloro decidono di portare “alla luce” capitali nascosti al Fisco, anche contanti.

DECRETO FISCALE, QUAL È STATO IL PROBLEMA

Stando a quanto analizzato da Repubblica, nei giorni scorsi si è discusso parecchio sulla “voluntary disclosure” a causa di due passaggi poco chiari all’interno del testo. Anzitutto, il primo quesito è quello che prevede l’emersione dei capitali liquidi detenuti dai privati senza averli prima dichiarati, cioè la riapertura della voluntary disclosure relativamente a quanto posseduto sul territorio nazionale. Il secondo punto è, invece, un provvedimento che viene è stato ribattezzato: “Acchiappa-ricchi”. Si introduce infatti una tassazione di favore, per i “redditi di fonte estera prodotta da persone fisiche che trasferiscono la propria residenza fiscale in Italia”, si legge nella bozza del provvedimento, pensata “al fine di favorire gli investimenti in Italia”.

DECRETO FISCALE, SCADENZE PROSSIMO ANNO

Il viceministro dell’economia, Luigi Casero, ha spiegato all’Ansa come l’obiettivo principale del Decreto Fiscale sia: “Di uscire dalla scadenza unica del 16 giugno. Una proposta accettabile e praticabile, ipotizzando come date aggiuntive il 30 giugno o il 15 luglio. Lo dobbiamo decidere in questi giorni, con due principi comunque intangibili: le eventuali novità non devono introdurre oneri per il bilancio pubblico e devono avere scadenze praticabili per l’Agenzia delle entrate”.

dove vedere Chelsea-Manchester United Premier League

Dove vedere Chelsea – Manchester United orario diretta tv e streaming gratis Premier League

Nuovo Governo Mattarella Gentiloni

Decreto Fiscale 2016, Mattarella firma: cosa cambia? Tutto quello che devi sapere