in

Decreto sicurezza approvato, il testo integrale. Salvini: «Felice, un passo in avanti per rendere l’Italia più sicura!

Il consiglio dei ministri ha approvato oggi lunedì 24 settembre 2018 il decreto che riunifica i precedenti su sicurezza e immigrazione, il cosiddetto “Decreto Salvini”. «Sono felice. Un passo in avanti per rendere l’Italia più sicura», ha scritto il Ministro dell’interno Matteo Salvini su Facebook poco dopo la votazione all’unanimità avvenuta alle 12:38. «Non lediamo nessuno diritto fondamentale: se entri a casa mia e spacci ti accompagno da dove sei arrivato», ha poi detto Salvini in conferenza stampa a Palazzo Chigi. Anche se più di una perplessità resta sul testo che prevede tra l’altro requisiti più stretti per l’acquisizione della cittadinanza italiana da parte dei figli di italiani all’estero. «Se sei condannato in via definitiva è di buon senso toglierti al cittadinanza – ha aggiunto il vicepremier – Per i richiedenti asilo lo stop alla domanda si avrà in caso di pericolosità sociale o condanna in primo grado. Questa è stata una delle mediazioni aggiunti e suggerite».

Il testo integrale del decreto sicurezza

Qui potete consultare il testo integrale del decreto sicurezza«In un quadro di assoluta garanzia dei diritti delle persone e dei Trattati, andiamo a operare una revisione per una disciplina più efficace», ha detto il premier, Giuseppe Conte «Ci sono norme contro la mafia e il terrorismo». Il presidente del consiglio ha poi sottolineato come «Rispetto all’ordinaria formulazione abbiamo unificato in un’unica struttura normativa, più funzionale anche in ragione della complementarietà delle materie, i testi su migranti e sicurezza. L’obiettivo è riorganizzare l’intero sistema di riconoscimento della protezione internazionale per adeguarla agli standard europei. Ci siamo accorti che c’erano disallineamenti significativi rispetto ad altri Paesi europei».

Netto l’incremento delle risorse per i rimpatri, 3 milioni e mezzo di euro spalmati tra il 2018 e il 2020. Ma tra le norme significative del decreto ci sono anche quelle introdotte in funzione di prevenzione del terrorismo. In particolare, l’obbligo per gli esercenti l’autonoleggio di comunicare alle Forze dell’ordine con anticipo rispetto alla consegna del veicolo i dati di chi noleggia un’auto o un furgone. Altre norme significative per la sicurezza, soprattutto in ambito urbano, sono l’abilitazione all’uso delle armi elettriche e l’accesso alla banca dati unica per il controllo dei fermati consentita agli agenti di polizia locale nelle città con popolazione superiore ai 100mila abitanti.

Leggi anche –> Legge di bilancio 2019: cosa prevede la manovra finanziaria?

Written by Andrea Monaci

48 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it, ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto tra gli altri per il "Lavoro e Carriere" e "Il Secolo XIX". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Enrico Silvestrin al “Grande Fratello Vip”: età, peso, altezza, tutto sull’attore italiano

Legge di Bilancio 2019: cosa prevede la manovra finanziaria? Tutte le info utili