in ,

Decreto vaccini: il Senato approva, ora si passa alla Camera

Nonostante il ricorso del Governatore del Veneto Luca Zaia e le numerose proteste no vax, il Senato ha approvato il decreto legge sulla vaccinazione obbligatoria sostenuto dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin e da altre personalità della comunità scientifica, come il medico Roberto Burioni. I voti favorevoli sono stati 172, tra cui molti di Forza Italia, Scelta Civica ed Mdp. Ora il provvedimento dovrà essere vagliato dalla Camera con la clausola di visionarlo e approvarlo in tempi veloci senza apportare modifiche. Ciò al fine di evitare il passaggio di palla con il Senato e per evitare che il decreto scada il 6 agosto 2017.

Il Senato ha dunque approvato e confermato la diminuzione dei vaccini obbligatori da dodici a dieci. Ecco quali sono: poliomielite, difterite, tetanica, pertosse, epatite B, influenza di tipo B. I vaccini obbligatori fino al 2020 invece sono: morbillo, rosolia, parotite e varicella. Quattro vaccinazioni diventeranno consigliate caldamente dalla Asl e saranno gratuite secondo il Piano Nazionale. Le vaccinazioni includeranno quelle contro il meningococco C, B, rotavirus e pneumococco.  Per quanto concerne le sanzioni amministrative, queste verranno ridotte a un range che varierà da 100 a 500 euro, mentre la possibilità di perdere la patria potestà è stata eliminata.

Confermata, invece, l’istituzione dell’anagrafe vaccinale. Il Senato ha approvato anche l’emendamento della relatrice Menassero: un soggetto già immunizzato potrà effettuare la vaccinazione obbligatoria con formula mono componente o combinata con l’eliminazione dell’antigene della malattia per la quale è stato già vaccinato. Un altro emendamento, anch’esso approvato dal Senato, garantisce la possibilità per gli operatori scolasti, sanitari e socio sanitari, di disporre di un’autocertificazione che attesti la copertura vaccinale. Infine, sarà possibile prenotare i vaccini e le vaccinazioni presso le farmacie convenzionate e aperte al pubblico tramite il Cup.

Ragazza morta al Luna Park autopsia: Francesca non è stata uccisa da un malore

Francesca Michielin

Francesca Michielin Vulcano: da venerdì 21 luglio in rotazione il nuovo singolo che anticipa l’album di inediti