in

Depp al Festival di Venezia: Johnny che t’è successo? Che t’hanno fatto?

Johnny Depp è arrivato al Festival del cinema di Venezia, lo sappiamo e lo sapete: è due giorni che non ci chiedono di scrivere altro nonostante qui al Lido ci siano un fiorire di film e di intellettuali di primo piano che magari un trafiletto lo meritavano pure. Il pubblico è sovrano, Simona Ventura docet, ma francamente qualche dubbio sul fatto che tutto sto can can fosse strettamente necessario dopo aver visto Johnny, ci è venuto.

Che poi, intendiamoci, non è neppure colpa di Johnny; insomma lui la sua carriera da sex symbol l’ha fatta quando le carni lo sostenevano. Per tutti i Novanta, fino ad oggi, si è impegnato a fare il dark, a fare il misantropo, a fare il gotico, a fare il pavone…ha fatto pure il pirata, adesso non possiamo proprio dire che a Johnny la buona volontà sia mancata. Ieri qualcosa si è rotto ed è giusto riconoscerlo: tutti ieri si aspettavano un dio dark e si sono trovati davanti un cinquantenne vagamente pingue vestito pure male. E tutti a dire “Ma che cosa è successo a Depp? Ma non era figo una volta?”

Sì, probabilmente una volta era figo, oggi però è un signore di cinquant’anni e non c’è nulla più spietato e grottesco del bisogno di eroi da parte del pubblico. Se può aiutarvi a renderlo più terreno sappiate che il photo call è ritardato un pochino perché Johnny doveva fare la pipì. “Depp è irriconoscibile“, “Depp è imbolsito“, “Ma è quello lì Johnny Depp?”. Sì, è un signore di cinquant’anni, forse è tempo di farsene una ragione lasciandolo a fare i conti anche con la sua prostata, com’è giusto che sia. Per il look pessimo, invece, non c’è alcun perdono: era proprio vestito maluccio.

 

Serie B 2015-2016

Calendario Serie B 2015-2016: orari prima giornata, diretta tv e streaming

programma Cheese 2015 a Bra

Cheese 2015 a Bra: programma, date, itinerari con il “treno del formaggio”