in ,

Delitto Garlasco ultime novità: per Alberto Stasi impossibile evitare il sangue, nuove perizie

Mercoledì 8 ottobre riprenderà il nuovo processo di secondo grado ad Alberto Stasi che segue l’assoluzione in Cassazione per lo stesso Stasi. In vista dell’appello bis il nuovo collegio di esperti ha depositato delle perizie medico- legali e genetiche nelle quali si afferma che l’aggressione a Chiara Poggi non si protrasse per “un tempo considerevole”, così come avevano ritenuto i periti del processo di primo grado.

per alberto stasi impossibile evitare il sangue

Per il nuovo collegio di periti: “Per Stasi impossibile evitare il sangue“, dunque adesso sembra alquanto improbabilità che l’imputato Stasi, abbia potuto effettuare il percorso che si presume abbia dovuto compiere, senza sporcarsi del sangue della ragazza. Secondo gli esperti la pozza di sangue trovata sul punto dell’aggressione si formò in meno di tre minuti. E così non accenna a dipanarsi il giallo di Garlasco, dove il 13 agosto 2007, Alberto Stasi trovò il corpo della sua fidanzata senza vita riversa in una pozza di sangue.

In aula Roberto Testi, responsabile dell’unità di medicina legale dell’Asl 2 di Torino, Gabriele Bitelli e Luca Vittuari, entrambi docenti del Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Bologna spiegheranno come fosse “impossibile che l’imputato abbia potuto evitare di calpestare delle macchie di sangue“, oltre a non considerare il cosiddetto “evitamento implicito” su cui si “è ampiamente dibattuto” nel processo di primo grado, hanno compiuto un milione e 350mila simulazioni sui due gradini e la zona antistante e retrostante la porta a soffietto oltrepasando la quale si arriva al piano seminterrato della villetta della famiglia Poggi.

Eroica 2014: grande successo per la diciottesima edizione

de martino verissimo l'isola dei famosi

Stefano De Martino imprenditore dice no alla griffe, ma per Belen non bada a spese