in ,

Delitto Garlasco, Alberto Stasi torna in tribunale, ma stavolta è parte offesa: le sue parole in aula

Omicidio Garlasco, Alberto Stasi torna in aula di giustizia per la prima volta, a quasi quattro anni dalla condanna definitiva a 16 anni di carcere per il delitto della fidanzata Chiara Poggi.

Stasi ha presenziato all’udienza tenutasi oggi in tribunale a Milano, nell’ambito di un processo che lo vede parte offesa. Il procedimento è a carico Maria Grazia Montanti, da stasi definita come “una persona che aveva un’ossessione nei miei confronti”, sotto processo perché accusata di diffamazione e minacce aggravate pubblicate sulla pagina Facebook ‘Delitto Garlasco: giustizia per Chiara Poggi’ di cui era una delle amministratrici.

>>> OMICIDIO CHIARA POGGI: TUTTE LE TAPPE DELLA VICENDA GIUDIZIARIA SU URBANPOST <<< 

Alberto Stasi durante la sua deposizione in aula ha raccontato di essersi accorto della pagina Facebook di cui in oggetto solo nel dicembre 2011. In qualità di testimone oggi ha spiegato ai giudici che gli iscritti al gruppo in questione avevano scritto diverse pesanti accuse a lui rivolte. “Non solo che io avevo il codice dell’allarme della casa dei Poggi”, e altre affermazioni inerenti alla vicenda giudiziaria che lo vedeva coinvolto, “ma anche inerenti alla mia vita personale, che facevo festini a sfondo omosessuale e gay”. Stasi sarebbe stato oggetto di insulti sui social “bastardo” e “accuse come corruzione di periti e giudici e di vendita di organi umani”. Ingiurie pesanti, insomma accompagnate da vere e proprie minacce e frasi deliranti come questa: “Stasi sei finito, la pagherai, non basteranno i proiettili a fermare la parola divina”.

delitto garlasco news nuovo indagato

L’ex bocconiano ha poi confermato davanti ai giudici di essere stato pedinato e fotografato dalla donna imputata mentre si trovava nella sua auto in un parcheggio a Milano. “Se si leggono le centinaia di messaggi pubblicati si comprende l’ossessione di questa persona nei miei confronti”, ha voluto precisare, ribadendo come l’inquietante vicenda abbia tormentato per lungo tempo lui e i suoi familiariLa prossima udienza è fissata per il prossimo 14 febbraio.

Seguici sul nostro canale Telegram

news pittrice scomparsa

Morte Renata Rapposelli news: sequestrata nuovamente auto figlio, importanti sviluppi nelle indagini

Francesco Monte torna a parlare di Cecilia Rodriguez: “La amo ancora”