in ,

Delitto Pordenone, un fermo: arrestato 57enne di origini cinesi

E’ stato arrestato nella notte il presunto omicida di 2 donne cinesi, madre e figlia, di 46 e 22 anni: le due donne erano state uccise ieri sera intorno alle 21.30 in pieno centro cittadino.

Il presunto autore dell’assassinio è Yongxin Wu, un uomo 57enne anch’esso di origini cinesi: Wu era consuocero della vittima più anziana nonché socio in affari di entrambe le donne con le quali gestiva un bar non lontano dal luogo dell’omicidio. Secondo quanto riferito dagli investigatori, si tratterebbe di una vera e propria mattanza: le due donne sono infatti state massacrate con un’arma da taglio, probabilmente un’accetta, facendo trovare una scena del crimine disseminata di sangue ovunque. L’allarme era stato dato ieri sera da due stranieri che urlavano sul ciglio della strada: sul posto sono giunti Carabinieri e Squadra Mobile della Polizia e hanno trovato due persone discutere, di cui una imbrattata di sangue. Dopo aver fermato i due uomini, intuendo il peggio, gli agenti sono saliti al primo piano della palazzina trovando le due donne in un lago di sangue. Dei due fermati, uno è l’assassino mentre l’altro avrebbe cercato di fermare l’uomo: il movente, con tutta probabilità, è legato a questioni economiche.

Sotto choc la cittadina che, dallo scorso marzo, ha visto ben 6 persone uccise: dopo il caso dei fidanzati uccisi, ad aprile un uomo marocchino ha ucciso la moglie e la figlia di 7 anni sgozzandole con un’accetta. Ieri sera l’ultimo caso con le due donne cinesi uccise: nonostante la costante delle uccisioni in coppia, non c’è tuttavia nessuna relazione tra un delitto e l’altro ma solamente una macabra e raccapricciante coincidenza.

S6 di Samsung

Aggiornamento Android M: lista smartphone Samsung Galaxy

Udinese ultime notizie

Ex Milan e Napoli Armero beccato con due prostitute e preso a bastonate da moglie e suocero