in

Dell’Utri ritira la candidatura, se ne andrà a Santo Domingo

Al Fatto Quotidiano spiega che Berlusconi ancora continua a ripetergli che c’è tempo fino a lunedì sera per trovare una soluzione. Nonostante ciò il Senatore avrebbe deciso di rinunciare al suo “scranno” perché non vuole  essere il capro espiatorio  in caso di sconfitta. Qualcuno potrebbe dire che la causa potrebbe essere la sua presenza.

Ammette che se non fosse stato un parlamentare sarebbe già in galera, comunque si dice ancora ottimista sulla sua posizione giudiziaria, spera che i giudici non lo condannino. In caso di condanna non ci sarebbe scudo che terrebbe, neanche essere un senatore.

Il suo gesto, di non candidarsi, lo definisce un gesto di amicizia. E conclude dicendo che la sua storia è arrivata alla fine. Poi a SkyTg24 in collegamento telefonico dice di più: “Sì faccio un passo indietro per il bene del partito, me lo ha chiesto Berlusconi. Me ne vado a Santo Domingo, dove ho la fidanzata”.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Il latitante Corona aggiorna Facebook con Kafka da Quarto Oggiaro (Milano)

Tra cronaca e storia sulle copertine de “La Domenica del Corriere” – quarta puntata