in

Demi Lovato testimonal contro il disturbo bipolare di cui soffre, ecco la sua esperienza

La celebre cantante Demi Lovato è scesa in campo per fare da testimonial della campagna “Be Vocal: Speak Up for Mental Health” dedicata a chi è affetto dal disturbo bipolare. Alla cantante americana le diagnosticarono questa malattia circa cinque anni fa, ragione per la quale è molto sensibile alla tematica e ha voluto raccontare il suo particolare approccio con la malattia al magazine People.

La star della Disney ha svelato di essersi dovuta disintossicare dall’acol e dalla droga, le sue condizioni di salute erano talmente gravi che molti l’hanno data per spacciata. Demi conosceva già il disturbo bipolare, dato che il padre deceduto nel 2013 ne soffriva a sua volta: “Mio padre soffriva di schizofrenia e disturbo bipolare come me, e l’ho visto trascorrere una vita sfortunata per colpa della mancanza di trattamenti, quindi è molto personale per me. Penso che la malattia mentale sia qualcosa che le persone dovrebbero imparare al meglio, e non si dovrebbe stigmatizzarle”.

Molto cambiata, Demi Lovato ha cercato e forse ritrovato un suo equilibrio senza più la dipendenza dalla droga e dall’acol accanto all’amato compagno Wilmer Walderrama con il quale fa coppia da tre anni. La cantante ha spiegato: “Vivo bene con la mia malattia mentale, funziono come una persona felice. Non potrei essere più felice, oggi. La vita è bella, è davvero bella. Ho un nuovo animale e posso prendermi cura non solo di me, ma anche di lui. Sto vivendo il mio sogno. La vita è meravigliosa”. La stabilità sentimentale di certo l’ha aiutata e lei non ne fa mistero, riconoscendo che si è molto appoggiata al suo uomo, tanto che gli ultimi rumors, da tempo, parlano di un matrimonio in vista tra i due.

Seguici sul nostro canale Telegram

morta ex compagna massimo ranieri

Massimo Ranieri, morta l’ex compagna Franca Sebastiani

striscia la notizia

Striscia la notizia, il Gabibbo risponde alla accuse di Flavio Insinna: “Sei un rosicone”