in ,

Denise Pipitone 12 anni fa la scomparsa, il duro sfogo della madre: “I colpevoli sono liberi”

“Sono trascorsi dodici anni senza mia figlia, senza verità e giustizia. I colpevoli? Sono liberi di vivere la loro vita, indisturbati. In galera ci vanno solo i ladri di polli, invece i ladri di bambini, i mostri crudeli, girano per le vie della città, apparentemente tranquilli”, queste le toccanti parole di Piera Maggio, madre della piccola Denise Pipitone, scomparsa misteriosamente a Mazara del Vallo (Trapani) il 1° settembre del 2004, a soli 3 anni.

Domani ricorre il dodicesimo anniversario della scomparsa, e mamma Piera affida al suo blog Cerchiamodenise.it la sua amara riflessione sulla tragedia che ha colpito lei e la sua famiglia: “Il mio dolore è uguale al primo giorno, per me nulla è cambiato” – ha spiegato Piera Maggio – “Questo lo dico per coloro che pensano o credono che il tempo lenisce il dolore. Non il mio, non in questo modo, così vile, barbaro e crudele. Il sorriso da anni mi è stato spento, ma in qualche modo riesco a regalarne qualcuno, non per questo vivo bene. Finché non c’è giustizia non ci sarà mai pace”.

Per la scomparsa della piccola Denise hanno avuto luogo due processi, quello di primo grado a Marsala e quello di Appello a Palermo, che in entrambi i casi hanno visto assolta l’imputata Jessica Pulizzi, sorellastra di Denise, dall’accusa di concorso in sequestro di minore. Nel processo d’Appello è stato inoltre dichiarato prescritto il reato di false dichiarazioni al pm imputato all’ex fidanzato di Jessica Pulizzi, Gaspare Ghaleb, che in primo grado era stato condannato a due anni.

Calciomercato Bologna Cerci

Calciomercato Bologna ultimissime, colpo Cerci: Gabriel al posto di Mirante

Formula 1 GP Monza 2016 gara

Formula 1 GP Monza, trovato l’accordo con Ecclestone: verrà firmato un triennale