in ,

Denise Pipitone news impronte: cosa potrebbero rivelare i nuovi accertamenti

Scomparsa Denise Pipitone news: dopo che la Procura di Marsala ha deciso di riaprire le indagini sul caso della bimba scomparsa a Mazara del Vallo il 1° settembre 2004, si riaccendono le speranze – proprio ora che con l’assoluzione definitiva di Jessica Pulizzi la vicenda giudiziaria era ufficialmente chiusa – di poter far luce sulla misteriosa sparizione della piccola, che oggi avrebbe 17 anni.

Che fine ha fatto Denise? Ancora una volta con le nuove indagini in corso si spera di poter dare una risposta a questo interrogativo. Il lavoro della Scientifica sarà tutto focalizzato sugli accertamenti di diverse impronte rilevate al tempo delle indagini, che potrebbero celare proprio il Dna di Denise. Nello specifico si parla di impronte rinvenute all’interno di un’auto, dove non avrebbero dovuto essere.

Oggi gli inquirenti dispongono di mezzi di indagine molto più evoluti e sofisticati di quelli in uso al tempo della scomparsa della bambina, e permettono di estrapolare – questa è la grande novità – un profilo genetico anche da impronte digitali. Cosa potrebbe emergere dai nuovi accertamenti su vecchie impronte, a distanza di 13 anni? “Possono aprire piste importanti, la speranza è questa: che vengano dati elementi che facciano riflettere gli investigatori su quelle impronte” – ha spiegato ai microfoni di Pomeriggio 5 Luigi Ripani, comandante dei Ris di Messina – “Questo materiale si può analizzare dal punto di vista biologico non solo dattiloscopico e darci l’esito del Dna”. Non ci resta che aspettare, quindi, per sapere se quelle impronte appartengono o no a Denise Pipitone e il suo eventuale percorso dopo la scomparsa.

Leggi anche —> Denise Pipitone nuova segnalazione foto, Piera Maggio: “Potrebbe essere un fotomontaggio”

Le parole di Piera Maggio sui nuovi sviluppi investigativi

Piera Maggio, madre di Denise, spera ma senza illusioni. Ci va cauta, scottata dal dolore di tanti false speranze nutrite in questi anni. “Siamo impantanati in una verità nascosta. Dopo 13 anni di sofferenze, di rabbia per la mancata giustizia e di lotta continua che a volte mi ha tolto le forze resto con i piedi per terra. Aspettiamo gli esiti delle indagini. Certamente è un fatto importante, il mio auspicio è che possa arrivare finalmente una svolta decisiva”.

Ha detto così all’Adnkronos, per poi puntualizzare che qualcosa in tal senso si sarebbe potuto fare anche prima: “Si tratta di una tecnica che esisteva già nel 2004, non affinata come adesso, ma che certamente poteva essere impiegata dall’ex procuratore Di Pisa e prima che si arrivasse alla sentenza della Cassazione”.

 

New Mutants film, cast, trama, trailer, attori: tutto sui giovani X-Men (FOTO)

Stefano Sala età e altezza

Stefano Sala età, altezza peso e vita privata: chi è il bellissimo modello?