in ,

Denise Pipitone, ultime news: chiesta nuova perizia su intercettazione ambientale

I giudici della Corte d’Appello di Palermo hanno chiesto ulteriori perizie sulla intercettazione ambientale risalente al 2004 che inchioderebbe le sorelle Jessica e Alice Pulizzi, in seno al processo sul caso della scomparsa della piccola Denise Pipitone. La trascrizione della intercettazione, ottenuta solo ora in virtù di nuovi sistemi e filtri audio inesistenti all’epoca delle prime perizie, sarà messa sotto la lente di ingrandimento dagli esperti della Scientifica di Roma.

Gioacchino Sbacchi, l’avvocato di Jessica Pulizzi, ha così commentato la decisione della Corte: “Evidentemente la corte non è convinta di quelle frasi”. La mamma della bambina scomparsa, Piera Maggio, si è detta invece fiduciosa: È giusto che facciano ulteriori accertamenti su quella frase importantissima”. “Sulla loro colpevolezza non ho mai avuto dubbi, ma continuano a negare e a dire non ricordo: in realtà da loro non mi aspettavo nulla di diverso”, ha poi aggiunto.

Raffaella Carrà età

Forte Forte Forte: l’ironia e i commenti dei vip su Twitter

Chievo – Fiorentina: probabili formazioni diciannovesima giornata