in ,

Depressione post partum: cos’è, cause, sintomi e come riconoscerla

Le notizie di cronaca degli ultimi giorni hanno riportato sotto i riflettori la depressione post partum, un disturbo che colpisce circa il 10% delle neo mamme e che solitamente comincia a manifestarsi tra le sesta e la dodicesima settimana dopo il parto. Si tratta purtroppo al momento ancora di un disturbo di cui si parla troppo poco e ciò non permette alle famiglie di essere ben informati riguardo i sintomi e come riconoscerlo. I dati Istat, che però sono ormai risalenti al 2008, stimano che su 576.659 nascite all’anno almeno 46.000 donne possono soffrire di depressione post partum o DPP. Quali sono le cause ma soprattutto come è possibile per chi è vicino a questo donne riconoscere i sintomi e il disturbo?

Le cause della depressione post partum proposte dagli esperti possono essere di diversa natura: biologica, genetica oppure psico-sociale. Nel primo caso si tratta di cambiamenti nella regolazione di due neurotrasmettitori, la serotonina e la noradrenalina, sostanze chimiche che controllano nel cervello il passaggio degli impulsi nervosi; nel secondo caso la depressione può essere spiegata come un fattore genetico: chi ha parenti di primo grado con questo disturbo può esserne colpito in misura 2 o 3 volte maggiore; infine la causa della depressione post partum può essere di natura psicologica, magari a seguito di periodi di forte stress.

Approcciarsi alla maternità non è mai facile e capita che la stanchezza e un costante senso di colpa per la paura di non essere una buona mamma si impadronisca delle donne. Certamente non è facile spiegare con parole semplici un disturbo così complesso se non sottolineando che la donna, a causa della depressione post partum, si sente triste senza motivo, irritabile, facile al pianto, non all’altezza nei confronti degli impegni che la attendono in qualità di madre. Inoltre, un sentimento ricorrente tra le neomamme che si trovano a dover affrontare questo problema, è la vergogna mista a senso di colpa. Per questo tra i sintomi più comuni per riconoscere la depressione post partum ci sono tristezza e abbattimento costanti, perdita di interesse e di piacere nei confronti di attività che prima di solito piacevano, senso di valere poco, di essere una fallita, di essere inutile oppure senso di vuoto ma anche senso di colpa eccessivo, convinzione di essere indegna. Tra i sintomi invece più visibili  difficoltà di concentrazione e a prendere decisioni, incapacità di pensare lucidamente, disturbi del sonno e cambiamenti nell’appetito; agitazione e irrequietezza da una parte e perdita di energia, facile stanchezza dall’altra. Per quel che riguarda il rapporto della madre con il proprio bambino, nei casi di depressione post partum si alternano preoccupazione costante e disinteresse nei confronti del bambino così come timore di poter fare del male al proprio figlio come a se stesse.

Credit Foto:  SpeedKingz / Shutterstock

untore seriale hiv news

Roma untore seriale Hiv: nuovi contagiati, contestati 43 casi

freddy sorgato news a quarto grado

Isabella Noventa ultime notizie: Freddy scrive una lettera d’amore a Manuela Cacco