in ,

Depressione e sintomi: ecco cosa proviamo quando ne siamo affetti

Domani, l’OMS ha indetto la giornata mondiale contro la depressione. Una patologia molto diffusa ma non adeguatamente conosciuta. Quando si parla di depressione, infatti, la si concepisce spesso come qualcosa di generico. Chiunque si senta demoralizzato, triste o abbattuto è spesso indicato con il termine ‘depresso’, senza tuttavia sapere bene a cosa ci si riferisce. In realtà, la depressione è una vera e propria patologia psichiatrica, inserita fra i disturbi dell’umore. Per iniziare a curarsi è fondamentale capire se il nostro malessere è soltanto passeggero o se stiamo attraversando le fasi di un reale disturbo depressivo. Il primo passo per iniziare è analizzare quali sono i sintomi più frequenti nei casi di insorgenza di questa patologia.

I principali di questi segnali d’allarme sintomi associati sono un generale sentimento di tristezza, che si traduce in sconforto e abbattimento, oltre ad un’incapacità nel provare sensazioni piacevoli. Le persone in stato depressivo perdono interesse in ogni attività quotidiana e non sono in grado di prendere decisioni, riducendo al minimo lo spirito d’iniziativa. Ogni problema che si pone davanti appare come senza soluzione. Questo è conseguenza di un tracollo dell’autostima, che porta alla convinzione di non riuscire a svolgere alcun compito. In questo circolo, il soggetto depresso si sente inadeguato e incapace in ogni attività, nonché responsabile di problematiche varie, spesso di tipo familiare.

La depressione inficia inoltre alcune funzioni biologiche, come il sonno, la memoria e l’appetito. Con la presenza del disturbo, la persona perde la fame, il desiderio sessuale e presenta problemi a livello gastrointestinale. A questo si aggiunge la difficoltà a prendere sonno, con stati di insonnia terminale o iniziale, ed inversione degli stadi sonno –  veglia. A livello visibile, chi è depresso risulta affaticato, stanco. Spesso con la stessa espressione in volto che denota tristezza. I vari sintomi da depressione sono associati anche a diversi livelli della malattia. Quella identificata come depressione maggiore è la forma più grave, con episodi acuti per determinati periodi di tempo. Chi è affetto da distimia presenta invece sintomi più prolungati nel tempo ma meno gravi rispetto alla depressione maggiore. Esistono poi casi di depressione bipolare, in cui a stati profondi di patologia si alternano situazioni di eccitamento maniacale.

photo credit: chiaralily Despair via photopin (license)

Tatiana Weston-Webb instagram

Tatiana Weston-Webb instagram, le foto della bellissima regina del surf

Diretta Torino-Milan dove vedere in tv streaming

Milan – Palermo probabili formazioni e ultime news, 31a giornata Serie A