in

Detrazioni fiscali 2013 per chi paga l’affitto

Per chi ha un contratto di locazione per uso abitativo, può godere delle disposizioni inerenti di detrarre dai redditi le spese sostenute. Per gli inquilini che utilizzano l’immobile come abitazione principale, possono godere di due tipi di agevolazioni. Questo in base all’immobile, se concesso in affitto attraverso canone convenzionale oppure con contratto libero.

Per quanto riguarda il “canone convenzionale”, se hanno un reddito non superiore a 15.493,71 euro annui viene riconosciuta una detrazione pari a 495,80 euro, mentre se il reddito è inferiore a 30.987,41 la detrazione sarà pari a 247,90 euro. Mentre per tutti gli inquilini che hanno stipulato un “contratto libero” la detrazione è inferiore a 300 euro per redditi inferiori a € 15.493,71 euro e 150 euro se il reddito non supera i 15.493,71 euro.
affittasi casa


Per i giovani di età compresa tra 20 e 30 anni è riconosciuta una particolare detrazione. L’agevolazione sarà pari ad una detrazione di 991,60 euro se il reddito non supera i 15.493,71 euro, e spetterà per i primi tre anni di durata del contratto. Per chi compila il modello 730, dovrà indicare la detrazione nel quadro E, sez. V, mentre nel caso di Unico andrà indicato in RP71.

Allarme Istat sulla disoccupazione giovanile

Serie A: Ecco le formazioni dei giovani talenti del nostro campionato