in ,

Detrazioni fiscali ristrutturazione 2017: le spese ammesse per la sicurezza di casa

Mentre al Parlamento si lavora alla nuova Legge di Bilancio per confermare o inserire nuove detrazioni fiscali relative alla casa, fino al 31 dicembre 2016 è ancora possibile godere delle agevolazioni inserite nell’attuale Legge di Stabilità e che potrebbero essere confermate per il prossimo anno. Tra le tante spese ammesse, tra le detrazioni fiscali ristrutturazione 2017 potrebbe essere reinserite anche quelle relative alla sicurezza, ovvero “relative all’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi” riporta il sito dell’Agenzia delle Entrate. Quali le spese ammesse in questa categoria?

Tra le spese legate alla sicurezza di casa ammesse per richiedere le detrazioni fiscali ristrutturazione 2017 sono inseriti ad esempio i lavori per l’istallazione di un sistema d’allarme, il classico antifurto, ma anche il cambio della porta centrale di casa. Entrambi infatti rientrano tra le ristrutturazioni volte a prevenire atti illeciti di terzi come ad esempio il furto.

A tal proposito quindi questo tipo di lavori rientrano tra le agevolazioni fiscali ristrutturazione 2017 e ciò significa che sono soggette a detrazione Irpef al 50% per una spesa massima di 96 mila euro per immobile. Come di consueto in caso di richiesta per godere delle detrazioni fiscali, è necessario avere a disposizione tutte le fatture di pagamento: in questo modo, nell’arco di dieci anni si potrà riavere indietro metà della spesa sostenuta.

antonio tizzani serial killer

Gianna Del Gaudio, foglietto di carta nella borsa news: marito e figlio si contraddicono

pomeriggio 5 andrea damante e fidanzata

Andrea Damante e Giulia De Lellis a Pomeriggio 5, matrimonio e gelosia: screzio in diretta tv