in

Di Maio Ministro del Lavoro e Sviluppo Economico programma: “Jobs Act, pensioni e industriali: vi dico tutto”

Luigi Di Maio è già operativo. Il ministro del Governo Conte, nonché capo politico del Movimento 5 Stelle, è a lavoro da oggi 2 giugno 2018 e lo annuncia in una diretta Facebook: “Voglio mettere in piedi i provvedimenti che devono migliorare la qualità della vita degli italiani. Mi dividerò tra Ministero dello Sviluppo Economico e Ministero del Lavoro. Io oggi comincio a fare una riunione operativa di staff.” Di Maio, ai suoi seguaci, spiega un po’ quali saranno le mansioni del Ministero dello Sviluppo Economico: telecomunicazioni, vigilanza sulle società partecipate, il mondo dell’energia e dei brevetti. “Ci sono tutte quelle iniziative che riguardano l’impresa – spiega ancora Di Maio – ci sono gli strumenti per migliorare la qualità della vita di imprenditori e commercianti.” Nel Ministero del Lavoro, invece, sarà presente la parte del lavoro: “Mansioni, centri per l’impiego e le politiche sociali come le pensioni.”

Leggi anche: Tutte le news sul Governo Conte con UrbanPost

Governo news, Pizzarotti: «Questa è la morte del M5S, Di Maio farà la fine di Renzi»

Di Maio ministro del Lavoro: “Combattere l’incertezza della precarietà”

“Il datore del lavoro e il dipendente non devono essere nemici, non devono essere realtà staccate. Nelle piccole e medio imprese ci sono datori che sono dipendenti e viceversa.” Poi mostra il suo ufficio dello Sviluppo Economico e del Ministero del Lavoro. Sono due ministeri che lavoreranno insieme perché da oggi il Governo del Cambiamento si mette a lavoro per creare lavoro. “Fare lavoro per chi non ce l’ha, ci sia dignità per chi ha lavoro iper-precari, mandare in pensione chi ha lavorato una vita e dare lavoro a chi fa girare l’economia. Sono due ministeri che, se si parlano, possono risolvere crisi industriale, modificare norme importanti e dare pensioni dignitose. Da qui partono i nostri grandi cavalli di battaglia.”

Di Maio annuncia: “Via spesometro e redditometro”

Quali iniziative affrontare subito sul medio, breve e lungo periodo? “Via spesometro, redditometro e studi di settore.” Per Di Maio si devono portare avanti:Politiche industriali, come il mondo dell’energia o che riguarda gli investimenti nell’auto elettrica. Parte da qui, ma non solo. Sono contento – prosegue il Ministro – sapere che FCA investirà molti miliardi nell’auto elettrica. Accolgo l’iniziativa con molto entusiasmo: potremo lavorare a quel milione di auto elettriche che ci eravamo prefissati come obiettivo.”

Di Maio e programma del lavoro: “Jobs Act e Centri per l’impiego”

Il Jobs Act va rivisto: c’è troppa precarietà. E Di Maio sottolinea: “La gente non ha la certezza per prenotarsi neanche le vacanze. Dobbiamo ridurre la precarietà, causata soprattutto dal Jobs Act. I centri per l’impiego non devono essere più un’umiliazione: ho fatto già una prima riunione nel Ministero del Lavoro, abbiamo iniziato a parlare di centri per l’impiego.” E per i centri per l’impiego evidenzia: “Certo, c’è il limite della competenza regionale: voglio lavorare bene per i cittadini italiani. Metterò assieme tutti gli assessori al lavoro regionali: più risorse, più personale e devo avere più opportunità.”

Di Maio e le pensioni: “Introdurre quota 100”

Il tema delle pensioni è fondamentale. Come spiega Di Maio:  “nel contratto di Governo è stata una delle prime cose su cui ci siamo messi d’accordo. Come? Con la Quota 100.  Io non voglio fare annunci e miracoli, voglio fare i fatti insieme a Ministri del Movimento 5 Stelle e altri membri del Governo con il Presidente Conte che, nelle prossime giornate, sarà in Canada al G7. L’Italia siede a un tavolo importante e avremo modo di far conoscere a livello internazionale.”

Di Maio e l’imprenditore Bramini

Per gli imprenditori voglio fare un’altra promessa: chiamare qui come consulente l’imprenditore Bramini. L’imprenditore che aveva dei crediti con lo Stato che doveva pagargli dei lavori. Lui mi darà una mano a migliorare la vita degli imprenditori.  Non sono gli unici punti, ci sono tanti dossier da affrontare come ILVA e Alitalia: tante questioni da mettere sul tavolo per lavorare. 

Mondiali Russia 2018 diretta TV, calendario e gironi: tutto quello che c’è da sapere

Quando Giulia Grillo condivideva: “La truffa dei virus per vendere vaccini” ma adesso il post sul Blog non c’è più