Menu
in

Di Maio si dimette, scoppia ironia sui social: tra meme, San Paolo e freddure

Di Maio si dimette, questa la notizia del giorno. «Lascio, le mie dimissioni da capo politico M5S sono irrevocabili», così il 33enne partenopeo ha ufficializzato ai ministri pentastellati chiamati a raccolta a Palazzo Chigi oggi, mercoledì 22 gennaio 2020, il passo indietro dalla guida del Movimento. «Nel pomeriggio alle 17.00 sarò a Roma insieme a tutti i facilitatori regionali. Mi collegherò in diretta perché ho delle cose importanti di cui parlarvi… Vi aspetto», ha scritto sui social il ministro degli Esteri, che sarà al Tempio di Adriano per dare il suo addio. Un evento nato inizialmente per presentare i facilitatori regionali. Si tratta di un momento delicato per i pentastellati: non pochi si chiedono quali saranno le sorti dell’attuale esecutivo e se ci saranno delle ripercussioni. Vi ricordiamo che il presidente del Consiglio Giuseppe Conte non ha partecipato alla riunione di stamani. Intanto, nel marasma generale, a poche ore dall’annuncio, sui social è esplosa l’ironia di alcuni utenti, che hanno accolto con humour la decisione di Di Maio.

Di Maio si dimette, scoppia ironia sui social: tra meme, San Paolo e freddure

«Di Maio fa un passo indietro e Amadeus lo sceglie come valletta», ha scritto sul suo profilo Twitter un’utente, facendo leva sul discorso in conferenza stampa (bollato come sessista) tenuto dal conduttore del Festival di Sanremo 2020. «Queste sono vere ingiustizie: #DiMaio è stato Ministro del Lavoro senza aver mai lavorato, è Ministro degli Esteri senza conoscere inglese e geografia ma ora lo fanno dimettere da segretario di partito quando invece una volta aveva fatto il segretario all’assemblea di condominio», si legge su un altro profilo molto seguito. 

Su Twitter gli utenti si sono scatenati

Qualcuno più severo ha scritto: «Non sono mai andato allo stadio, ma se Di Maio torna a fare il bibitaro mi abbono per un anno» o «Ma Di Maio tornerà a fare il bibitaro?». E ancora «Non fate troppo rumore che fra poco #DiMaio citofona da #facebook», ha affermato un utente, alludendo all’altro fatto del giorno: Salvini andato da un tunisino accusandolo di spaccio (non a caso tra i trend di Twitter c’è pure #Salvinicitofona). 

Luigi Di Maio si dimette: battute al vetriolo per l’ex leader del Movimento 5 stelle

Esilaranti anche diversi meme che stanno cominciando a riempire Facebook oltre che Twitter. Alcuni ci sentiamo di riportarli anche per alleggerire il momento: «Di Maio torna a San Paolo dimissioni su tela», è uno di quelli che va per la maggiore. Un’altra immagine mostra l’ex leader dei Cinque stelle, invece, allo stadio con un cesto di bevande da vendere: «Oh Gigì si turnat?», chiede una voce del pubblico. Un utente ha scritto: «Solo io quando sento Crimi penso a lei?», facendo un crossing over tra il cartone animato L’incantevole Creamy e Vito Crimi, nuovo capo politico dei 5 stelle. Non siamo che all’inizio: chissà cosa altro verrà postato nelle prossime ore. 

leggi anche l’articolo —> Dimissioni Di Maio, Pizzarotti: «2020 anno della fine per il M5S»

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.