in

Diego Armando Maradona a “Che tempo che fa”: “De Laurentis non mi vuole alla guida del Napoli”

Tornato in Italia per affrontare i problemi con il fisco, Diego Armando Maradona ha parlato della sua vita privata e non nel salotto di Fabio Fazio a “Che tempo che fa”. Ma soprattutto, il Pibe de Oro ha voluto precisare alcune cose circa il suo conto aperto con Equitalia, motivo del suo ritorno in Italia: “Non sono un evasore– ha puntualizzato l’ex calciatore- Che si occupino di chi ha firmato i contratti, di Coppola o Ferlaino, che oggi possono girare indisturbati. A me invece tolgono gli orecchini, gli orologi. Io non mi nascondo“.

I fratelli Maradona

E se Maradona ha sempre predicato la sua onestà, è una notizia assoluta il fatto che egli sarebbe disposto a tornare sulla panchina del Napoli, in qualità di allenatore, ma che qualcuno si opporrebbe a ciò. “Mi piacerebbe, ma non capiterà con De Laurentiis: non mi vuole”, ha infatti dichiarato l’argentino. Tutto ciò nonostante Maradona continui ad essere nel cuore di tutti gli appassionati del calcio. “Io non sarò mai un uomo normale”, riconosce l’ex calciatore, che continua ad ottenere grande affetto in tutto il mondo.

Riguardo poi la sua vita privata, è quasi impossibile non parlare di quella dolorosa parentesi, la droga, che ha rovinato la sua carriera sui campi di calcio per sempre. “Non mi drogo da dieci anni”, ha raccontato l’argentino, che ha anche confessato di essere stato salvato dall’amore per le figlie. “Quando ero in coma, quando stavo malissimo, Dalma mi diceva ‘Non vivere per me, ma per Giannina’, la figlia minore. E ho capito che dovevo smetterla con la droga”.

Seguici sul nostro canale Telegram

Calciomercato: la Juventus pensa al centrocampista Matuidi

Sensazionale scoperta: l’uomo deriva da un’unica specie