in ,

Dieta “artificiale”: ecco il dispositivo che aspira il cibo dallo stomaco

Seguire una dieta comporta impegno e sacrifici, restrizioni alimentari e senso di responsabilità; da Oltreoceano però pare arrivare un’invenzione che permetterebbe di mangiare senza restrizioni senza ingrassare attraverso un dispositivo denominato AspireAssist, un aspiratore che risucchia il cibo già consumato e arrivato nello stomaco. La Fda (Food and Drug Administration), l’agenzia che regola la commercializzazione di alimenti e farmaci in America, ha appena dato infatti la sua approvazione alla commercializzazione di questo prodotto che permetterebbe al cibo, prima di essere digerito, di essere “estratto” attraverso un tubo di gomma inserito chirurgicamente nello stomaco del paziente.

Secondo quanto spiegato il dispositivo AspireAssist entrerebbe in azione circa 20 minuti dopo la fine del pasto e risucchierebbe un terzo del cibo consumato, lasciando esclusivamente quello necessario ad avere l’energia e il nutrimento della giornata senza accumuli di grasso. Il trattamento dovrebbe richiedere pochi minuti e, una volta terminato, si chiude con il pompaggio di acqua nello stomaco allo scopo di eliminare i residui alimentari. Un dispositivo rivoluzionario quanto apocalittico perché permetterebbe la meccanizzazione della digestione umana; probabilmente per questo motivo la Fda ha posto un vincolo: il dispositivo sarà utilizzabile soltanto su pazienti obesi e in sovrappeso che non sono in grado di perdere i chili in eccesso in nessun altro modo.

“Si tratta di un sistema che incoraggia la scelta di cibi più salutari, di porzioni più piccole e di uno stile di vita sano” hanno spiegato dalla Aspire Bariaatrics gli sviluppatori del progetto, che dai test effettuati prevedono una perdita di circa il 12% del peso corporeo sui pazienti che utilizzeranno il dispositivo.

Amici 15 Semifinale

Premio Tv 2016: ecco i vincitori da Carlo Conti al Commissario Montalbano

Uomini e donne Classico Oscar Branzani

Uomini e Donne trono classico, Oscar Branzani: “Presto partirò per la Cina”