in ,

Dieta della Longevità di Valter Longo: cos’è e come funziona

Vivere a lungo e in salute sembra essere possibile. E’ quanto afferma il biochimico Valter Longo, molto celebre negli States e ora divenuto famoso anche in Italia per la sua dieta della longevità, riassunta in un libro omonimo recentemente pubblicato. Il segreto, dopo aver effettuato diversi studi nelle zone del mondo dove c’è la più alta concentrazione di centenari, a suo parere starebbe nell’alimentazione; mangiare poco e in modo calibrato, alternando dei periodi di digiuno, sarebbero secondo lo scienziato i modi giusti per vivere più a lungo. Cos’è quindi e come funziona la dieta della longevità?

Valter Longo, nello spiegare le linee guida della sua dieta della longevità, ricorda di pensare prima di mangiare a quali cibi avrebbero consumato i nostri nonni e bisnonni: sono quelli su cui è necessario puntare per vivere più a lungo e in salute. Diversi sono i punti che descrivono come funziona la dieta della longevità; in primo luogo, secondo Valter Longo, il modo più sano di mangiare sarebbe quello di adottare una dieta vegana con l’aggiunta del pesce non più di 2 o 3 volte a settimana, cercando di evitare ovviamente quello con maggior possibilità di contenere mercurio: da prediligere quindi salmone, acciughe, sardine, merluzzo, orate, trota, vongole, gamberi. Inoltre sarebbe importante ridurre al minimo i grassi saturi animali e gli zuccheri e invece consumare cibi come fagioli, ceci, piselli e altri legumi per avere la propria dose giornaliera di proteine, da tenere basse fino ai 65-70 anni ma da aumentare leggermente negli anni a venire per non perdere massa muscolare. Da non dimenticare nella propria alimentazione, secondo la dieta della longevità, il consumo di carboidrati complessi quali pomodori, broccoli, carote, legumi, buone quantità di olio d’oliva nonché un pugno o di noci o di mandorle o di nocciole.

Per quel che riguarda invece i consigli più pratici per la vita di ogni giorno, abitudini quotidiane da legare all’alimentazione consigliata nella dieta della longevità, Valter Longo suggerisce di non farsi mancare vitamine e minerali e di integrare l’alimentazione, 2 o 3 volte a settimana, con un multi-vitaminico minerale di alta qualità. Inoltre il biochimico suggerisce di mangiare nell’arco di 12 ore al giorno, quindi se si fa colazione dopo le 8 bisognerebbe cenare prima delle 20, nonché di evitare di mangiare nelle 3/4 ore precedenti il riposo notturno.

Infine per chi vuole perdere peso, la dieta della longevità consiglierebbe non più di due pasti al giorno: colazione e pranzo oppure cena insieme a due spuntini da 100 calorie con basso contenuto di zuccheri, uno dei quali andrebbe a sostituire un pasto. Per chi invece ha un peso nella norma la dieta di Valter Longo prevede i tre pasti normali, oltre a uno spuntino da 100 calorie con pochi zuccheri. Infine il biochimico suggerirebbe di fare cicli di 5 giorni di Dieta mima-digiuno ogni 1/6 mesi circa.

[dicitura-articoli-medicina]

Seguici sul nostro canale Telegram

playstation 4 vr

Playstation VR vs PS4 Slim: Milano Games Week 2016 e Sony, tutte le novità

GFVip news

GFVip news: Valeria Marini e Stefano Bettarini si chiudono in bagno e si nascondono sotto le lenzuola