in ,

Dieta Dukan funziona? Le quattro fasi passo dopo passo

La dieta Dukan è una di quelle che ha riscontrato maggiore popolarità negli ultimi mesi. Chi l’ha provata ha confermato di aver perso peso con successo, trattandosi di una dieta che si sviluppa in quattro fasi. Queste ultime, infatti, permettono di agire sul metabolismo, in modo da evitare il fastidioso effetto yo-yo, tipico delle diete last minute.

1) La fase d’attacco: la prima fase, a seconda del peso corporeo, dura dai 3 ai 7 giorni, durante la quale è concesso introdurre soltanto 72 alimenti a base di proteine pure, che aiutano a mantenere la massa magra. Solitamente, si perdono da 1,5 a 5 kg. La diminuzione drastica del peso dipende dal fatto che si eliminano bruscamente cibi abituali quali carboidrati e zuccheri.

2) La fase di crociera: dal giorno 4 o 8, a seconda di quanto è durante la fase d’attacco si prosegue con la sfida al raggiungimento del peso ideale. Ai 72 alimenti precedenti, se ne aggiungono 28 dal mondo vegetale. Questi, saranno i 100 alimenti che si potranno mangiare per sempre. Con un ritmo che deve rispettare la perdita di un kg a settimana, il tempo della fase di crociera è molto vario. La fase, infatti, si conclude quando si è raggiunto il peso forma.

3) La fase di consolidamento: come accennato, la dieta Dukan è volta ad eliminare l’effetto yo-yo. Durante la fase di consolidamento si lavoro proprio su tale obiettivo. Il periodo della terza fase si valuta considerando dieci giorni per ogni kg perso, durante i quali si introducono a poco a poco i cibi più gustosi come pasta e pane.

4) La fase di stabilizzazione: dopo aver raggiunto il peso corporeo ideale, è necessario mantenerlo. Ecco che la quarta fase è la più duratura, perchè finirà soltanto quando si deciderà di abbandonare ogni sforzo dedicato alla dieta Dukan. In questo caso, è bene sapere che il rischio di recuperare parte del peso perso è notevole.

Startup Italia, Unus Animus: l’automobile da corsa ad energia elettrica

Google si aggiorna: le funzionalità del nuovo logo che ha fatto centro