in ,

Dieta vegana benefici e vantaggi: 8,1 milioni di morti evitate entro il 2050

Quanto influisce quello che si mangia sulla propria salute ma soprattutto sulla longevità della propria vita? A rispondere pare sia stato uno studio della Oxford University pubblicato dalla rivista Pnas; secondo quanto stimato dai ricercato se tutti adottassero una dieta strettamente vegana si risparmierebbero entro il 2050 8,1 milioni di morti premature. Un dato davvero impressionante anche nel caso in cui si scegliesse cambiamento meno radicale nell’alimentazione, come limitare il consumo di carni rosse a circa 300 gr a settimana: si eviterebbero più di 5 milioni morti precoci.

I ricercatori della Oxford University hanno infatti elaborato quattro diversi scenari alimentari e le loro possibili conseguenza in un ancora di tempo limitato; il primo è legato al mantenimento invariato della situazione alimentare odierna, il secondo limita la carne a 300 gr a settimana e aumenta l’apporto di frutta e verdura, il terzo è strettamente vegetariano e mentre l’ultimo è vegano. A fronte di queste quattro possibili situazioni, gli studiosi hanno stimato che il maggior numero di vite salvate, soprattutto perché ci sarebbero minori probabilità di incorrere in malattie cardiovascolari, tumori e patologie legate all’obesità, si avrebbe con la dieta vegana. Al secondo posto si piazza invece la dieta vegetariana che porterebbe a 7,4 milioni di morti in meno.

Un cambiamento radicale nello stile di vita dovuto all’alimentazione che porterebbe anche a molteplici e sostanziosi guadagni in termini economici e per l’ambiente. Con una dieta vegetariana su larga scala si andrebbero a diminuire le emissione del 63% e del 70% con quella vegana, mentre solo del 30% con un minor apporto di carne nell’alimentazione. Per quel che riguarda invece i benefici in termini economici per i sistemi sanitari di tutto il mondo i ricercatori stimano un risparmio dai 700 ai 1000 miliardi di dollari ogni anno. 

Credit Foto: monticello / Shutterstock

Disastri nucleari, da Fukushima a Chelyabinsk in compagnia del documentarista Alessandro Tesei

ISIS ESPLOSIONE EGITTO

Terrorismo, l’Isis minaccia Londra: Downing Street e gli aeroporti i prossimi obiettivi